Grazie ai colleghi di Massa Carrara… Ma sono necessarie leggi che tutelino davvero le Forze dell’ordine

543

GRAZIE AI COLLEGHI DI MASSA CARRARA… MA SONO NECESSARIE LEGGI CHE TUTELINO DAVVERO LE FORZE DELL’ORDINE

Quanto accaduto la notte tra sabato e domenica scorsa a Marina di Massa (Massa Carrara) è estremamente grave perché è chiaramente il risultato di una legislazione che non tutela affatto le Forze dell’Ordine, relegandole a fare da valvola di sfogo, senza alcuna tutela ma anzi con un mirino puntato addosso, di una parte di società che continua a mostrare rabbia verso qualsivoglia limitazione.
Chiamati ad intervenire per una lite tra ragazzi, nei luoghi della movida, i nostri Colleghi delle Volanti si sono ritrovati a sopportare il lancio di oggetti, insulti e una resistenza smisurata da parte di decine di ragazzi che volevano impedire il fermo e l’identificazione di uno dei giovani.
L’epilogo è di danni a due autovetture della Polizia e lesioni ad alcuni Poliziotti … ma poteva anche andare peggio se solo quei nostri Colleghi non avessero avuto un enorme sangue freddo che li ha portati a non reagire.
Ovviamente ci sarà anche un ulteriore epilogo con tutti i soggetti interessati che verranno denunciati una volta identificati grazie ad alcuni video e agli impianti di videosorveglianza
presenti nella zona.
Non sarà mai, comunque, una punizione adeguata.
Oggi se un Poliziotto reagisce anche nell’ambito delle norme vigenti viene immediatamente messo alla berlina … decine di ragazzi aggrediscono dei Poliziotti e avranno modo di poter tornare a farlo tranquillamente perché la legge non prevede sanzione che possa adeguatamente farli riflettere sulle loro azioni.
È chiaro che gli Uomini e le Donne “in divisa” continueranno a fare il loro lavoro con quella professionalità ed abnegazione che la gente onesta di questo Paese, la stragrande maggioranza
delle persone, riconosce loro quotidianamente, ma continuare a lavorare così è sempre più difficile.
Ai nostri colleghi di Massa Carrara va la nostra solidarietà e vicinanza. Grazie per aver saputo operare in quello che era il miglior modo possibile.
Ai nostri governanti va l’invito a riflettere se non sia il caso di rivedere talune norme e talune sanzioni, perché punire pesantemente chi aggredisce un Poliziotto non significa null’altro altro che creare uno Stato ed una Società migliori … che è poi quello che tutti vogliamo!

Roma, 24 agosto 2020

La Segreteria Nazionale del COISP

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF