Falcone: Pianese (Coisp), 41 bis non va toccato, è strumento lotta a mafie

310

Falcone: Pianese (Coisp), 41 bis non va toccato, è strumento lotta a mafie

Roma, 23 Maggio 2022 – “Ci aspettiamo che la determinazione e l’unità nella sacrosanta lotta alle mafie non si esaurisca nei giorni in cui, come oggi, onoriamo la memoria di quei magistrati, poliziotti e carabinieri che hanno dato la propria vita per questa causa. Lo Stato ha il dovere di affermare la forza della legalità contro l’eversione mafiosa con tutti i mezzi a disposizione, a cominciare dal regime del 41bis”. Così il segretario generale del Coisp Domenico Pianese in occasione dei 30 anni dalla strage di Capaci. “Il cosiddetto ‘carcere duro’ – prosegue – è uno strumento straordinariamente efficace nella lotta alla mafia: non può e non deve essere intaccato. Una mafia meno sanguinaria e rumorosa non è, infatti, una mafia meno pericolosa: abbassare la guardia, oggi, significherebbe non aver capito nulla di ciò che è accaduto a Capaci esattamente 30 anni fa”, conclude.

AGENZIE STAMPA



Mafia: Coisp, “41 bis non va toccato, e’ strumento lotta” =

(AGI) – Roma, 23 mag. – “Ci aspettiamo che la determinazione e l’unita’ nella sacrosanta lotta alle mafie non si esaurisca nei giorni in cui, come oggi, onoriamo la memoria di quei magistrati, poliziotti e carabinieri che hanno dato la propria vita per questa causa. Lo Stato ha il dovere di affermare la forza della legalita’ contro l’eversione mafiosa con tutti i mezzi a disposizione, a cominciare dal regime del 41bis”. Lo afferma il segretario generale del Coisp, Domenico Pianese, in occasione dei 30 anni dalla strage di Capaci.
“Il cosiddetto ‘carcere duro’ – prosegue – e’ uno strumento straordinariamente efficace nella lotta alla mafia: non puo’ e non deve essere intaccato. Una mafia meno sanguinaria e rumorosa non e’, infatti, una mafia meno pericolosa: abbassare la guardia, oggi, significherebbe non aver capito nulla di cio’ che e’ accaduto a Capaci esattamente 30 anni fa”. (AGI)Red/Bas



Falcone: Pianese (Coisp), 41 bis non va toccato, e’ strumento lotta a mafie

Roma, 23 mag – (Nova) – “Ci aspettiamo che la determinazione e l’unita’ nella sacrosanta lotta alle mafie non si esaurisca nei giorni in cui, come oggi, onoriamo la memoria di quei magistrati, poliziotti e carabinieri che hanno dato la propria vita per questa causa. Lo Stato ha il dovere di affermare la forza della legalita’ contro l’eversione mafiosa con tutti i mezzi a disposizione, a cominciare dal regime del 41bis”. Lo afferma il segretario generale del Coisp Domenico Pianese in occasione dei 30 anni dalla strage di Capaci. “Il cosiddetto ‘carcere duro’ – prosegue – e’ uno strumento straordinariamente efficace nella lotta alla mafia: non puo’ e non deve essere intaccato. Una mafia meno sanguinaria e rumorosa non e’, infatti, una mafia meno pericolosa: abbassare la guardia, oggi, significherebbe non aver capito nulla di cio’ che e’ accaduto a Capaci esattamente 30 anni fa”. (Rin)



Falcone, Pianese (Coisp): 41 bis non va toccato, è strumento lotta a mafie

Roma, 23 mag. (askanews) – “Ci aspettiamo che la determinazione e l’unità nella sacrosanta lotta alle mafie non si esaurisca nei giorni in cui, come oggi, onoriamo la memoria di quei magistrati, poliziotti e carabinieri che hanno dato la propria vita per questa causa. Lo Stato ha il dovere di affermare la forza della legalità contro l’eversione mafiosa con tutti i mezzi a disposizione, a cominciare dal regime del 41bis”. Così il segretario generale del Coisp, Domenico Pianese, in occasione dei 30 anni dalla strage di Capaci.
“Il cosiddetto ‘carcere duro’ – prosegue – è uno strumento
straordinariamente efficace nella lotta alla mafia: non può e non deve essere intaccato. Una mafia meno sanguinaria e rumorosa non è, infatti, una mafia meno pericolosa: abbassare la guardia, oggi, significherebbe non aver capito nulla di ciò che è accaduto a Capaci esattamente 30 anni fa”, conclude. Red 20220523T161552Z ********



Falcone: Pianese (Coisp), 41 bis non va toccato, è strumento lotta a mafie

Roma, 23 Maggio 2022 (Agenparl) – “Ci aspettiamo che la determinazione e l’unità nella sacrosanta lotta alle mafie non si esaurisca nei giorni in cui, come oggi, onoriamo la memoria di quei magistrati, poliziotti e carabinieri che hanno dato la propria vita per questa causa. Lo Stato ha il dovere di affermare la forza della legalità contro l’eversione mafiosa con tutti i mezzi a disposizione, a cominciare dal regime del 41bis”. Così il segretario generale del Coisp Domenico Pianese in occasione dei 30 anni dalla strage di Capaci. “Il cosiddetto ‘carcere duro’ – prosegue – è uno strumento straordinariamente efficace nella lotta alla mafia: non può e non deve essere intaccato. Una mafia meno sanguinaria e rumorosa non è, infatti, una mafia meno pericolosa: abbassare la guardia, oggi, significherebbe non aver capito nulla di ciò che è accaduto a Capaci esattamente 30 anni fa”, conclude.

SCARICA LA RASSEGNA IN PDF