Criticità relative alle fondine cosciali per le UOPI. Richiesta urgente di delucidazioni e risoluzione delle problematiche

319

Roma, 19 febbraio 2021

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO PER LE RELAZIONI SINDACALI

OGGETTO: Criticità relative alle fondine KING Cobra Evolution 5 modello Ultor L3, con piattaforma cosciale per pistola Beretta 92/FS, in distribuzione dal mese di gennaio 2021 – Richiesta urgente di delucidazioni e risoluzione delle problematiche.

Recentemente la Direzione Centrale Anticrimine, dopo una accurata ricerca e sperimentazione posta in essere dagli operatori UOPI appartenenti al gruppo di lavoro “Armamento ed Equipaggiamento” e dopo una valutazione finale a cura del personale del N.O.C.S., ha autorizzato l’acquisto e la distribuzione della fondina cosciale specifica per gli operatori delle U.O.P.I..
La fondina in questione veniva acquistata e poi sottoposta ai test previsti presso gli Stabilimenti della Polizia di Stato di Senigallia. Quindi ne iniziava la distribuzione in alcune città quali Roma, Firenze, Livorno, Ancona, Padova.
Alla consegna della fondina gli Operatori ne ravvisavano immediatamente delle anomalie legate ai sistemi di ritenzione e ad altre caratteristiche che, a loro parere, risultavano essere difformi rispetto a quelle indicate nelle procedure di acquisto.
Veniva constatato che i sistemi di ritenzione dell’arma dovevano essere due, il primo consistente in un archetto, sbloccabile premendo un apposito tasto e con un’ampiezza di apertura di 90° circa, e il secondo relativo ad una pressione, registrabile tramite una vite, che avrebbe dovuto evitare la caduta accidentale dell’arma qualora l’archetto risultasse aperto.
In entrambi i casi si sono rilevate due anomalie tecniche, la prima legata alla difformità relativa all’apertura dell’archetto che risulta essere di 30 ° a fronte dei 90° previsti, la seconda invece, relativa alla mancanza del sistema di ritenzione interno che nelle fasi operative non è in grado di trattenere l’arma nella fondina facilitandone la caduta accidentale.
Le problematiche rappresentate dal COISP, sono state confermate dalla recente disposizione della Direzione Centrale dei Servizi Tecnico-Logistici e Gestione Patrimoniale mediante la quale è stato disposto il ritiro immediato della suddetta fondina cosciale.
Il COISP in considerazione di quanto evidenziato, chiede che siano fornite con la massima urgenza a tutti gli Operatori UOPI fondine efficienti e funzionali.

In attesa di cortese urgente riscontro, l’occasione è gradita per inviare i più Cordiali Saluti.

La Segreteria Nazionale del COISP

SCARICA QUESTA NOTA IN PDF