COVID-19, copertura assicurativa del personale della Polizia di Stato. Esito incontro

605

Esito incontro del 6 aprile 2022

Si è svolto in data odierna, presso il Dipartimento, l’incontro chiesto da questa Federazione in merito alla copertura sanitaria da rischio Covid-19 sottoscritta a favore del personale della Polizia di Stato ed in scadenza l’8 aprile p.v..
L’Amministrazione era rappresentata dal Capo della Polizia Prefetto Lamberto Giannini, coadiuvato dal Vice Capo della Polizia con funzioni vicarie Prefetto Maria Luisa Pellizzari, dal Vice Capo della Polizia preposto all’attività di coordinamento e di pianificazione Prefetto Maria Teresa Sempreviva, dal Vice Capo della Polizia – Direttore Centrale della Polizia Criminale – Prefetto Vittorio Rizzi, dal Capo della Segreteria del Dipartimento Prefetto Sergio Bracco, dal Direttore Centrale della DAGEP Prefetto Giuseppe Scandone, dal Direttore Centrale di Sanità Dir. Gen. Medico Fabrizio Ciprani, dal Direttore del Servizio Assistenza e Attività Sociali Dir. Gen. Paolo Cortis e dal Direttore dell’Ufficio per le Relazioni Sindacali Vice Prefetto Maria De Bartolomeis.
In apertura l’Amministrazione ha evidenziato che l’attuale copertura sanitaria, sottoscritta dal Fondo di Assistenza per il personale della Polizia di Stato con la Società “Intesa Sanpaolo RBM Salute S.p.A.”, è in scadenza alle ore 24:00 del prossimo 8 aprile e non potrà più essere rinnovata.
Ha difatti puntualizzato che sul mercato non vi sono compagnie assicurative disposte a stipulare un ulteriore contratto con il Dipartimento della P.S. in quanto le precedenti società, a fronte di un premio corrisposto dall’Amministrazione di circa 590 mila euro (il primo contratto assicurativo) e circa 540 mila euro (il secondo contratto), hanno dovuto liquidare sinistri per importi superiori a 4 volte il citato premio.
Stante quanto sopra, il Capo della Polizia ha rappresentato che è stata individuata una forma alternativa di indennizzo che verrà erogato direttamente dal Fondo di Assistenza della Polizia di Stato e che consisterà in:
– una diaria giornaliera da ricovero in luogo di cura pari a € 100,00 per 25 giorni;
– un indennizzo una tantum post ricovero in terapia subintensiva ed intensiva pari ad € 6.000,00.
La Federazione COISP-MOSAP, nel proprio intervento, ha dato atto del proprio apprezzamento per la sensibilità e la vicinanza dimostrata dal Capo della Polizia a sostegno del personale.
Quindi, comprendendo l’impossibilità per il Fondo di garantire anche un indennizzo per la quarantena da isolamento e altri rimborsi che le pregresse coperture assicurative avevano statuito, ha manifestato una favorevole condivisione rispetto alle forme di indennizzo individuate, relativamente alle quali ha però chiesto che la loro erogazione avvenga con procedure semplificate anche mediante la predisposizione di una modulistica dedicata, nonché che sia fornita la massima informazione al personale e che i tempi di erogazione siano brevissimi.
La Federazione COISP-MOSAP ha inoltre rappresentato che a diversi Agenti in Prova del 215° corso Allievi Agenti sono state respinte le richieste di rimborso effettuate in ragione della copertura sanitaria da rischio Covid-19 in essere. Ha quindi chiesto all’Amministrazione di trovare una urgente soluzione di ristoro anche eventualmente con erogazione del previsto indennizzo da parte del Fondo di Assistenza della Polizia di stato.
La Federazione ha chiesto all’Amministrazione di velocizzare le procedure di riconoscimento delle cause di servizio relative alle istanze in giacenza avanzate dal personale che ha contratto il virus SARS-CoV-2 ed ha evidenziato la necessità che siano individuate soluzioni alternative alle previsioni dell’art. 87, comma 7, del d.l. n. 18/2020 e che tutelino ugualmente il personale, anziché obbligarlo a fruire del congedo straordinario o dell’aspettativa per malattia.
Al termine dell’incontro il Capo della Polizia ha assicurato la massima attenzione alle tematiche evidenziate dalla Federazione COISP MOSAP.

Roma, 6 aprile 2022

La Segreteria Nazionale della Federazione COISP MOSAP

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF