Contratto di lavoro, finalmente si aprono le trattative

1269

Si è appena conclusa la prevista riunione, in videoconferenza, con la quale si è dato avvio al tavolo delle trattative che dovranno portare al rinnovo del Contratto dei Poliziotti, relativamente al triennio 2019-2021.

La parte pubblica era guidata dal Ministro della Pubblica Amministrazione On. Fabiana DADONE.
Presenti il Vice Ministro dell’Interno On. Matteo MAURI ed i Sottosegretari On. Pier Paolo BARETTA del Ministero dell’Economia e delle Finanze, On. Vittorio FERRARESI del Ministero della Giustizia e On. Giulio CALVISI del Ministero della Difesa, oltre al Capo della Polizia Prefetto Franco GABRIELLI.

La Federazione COISP MOSAP UPLS è stata rappresentata dal nostro Segretario Generale Domenico PIANESE.

Ad apertura dell’incontro la parte pubblica ha ricordato l’importante lavoro svolto dalle Donne e dagli Uomini in divisa anche in questo particolarmente momento e ne ha elogiato ed apprezzato l’impegno, la professionalità e l’abnegazione.

Hanno quindi fatto seguito gli interventi delle OO.SS..
La Federazione COISP MOSAP UPLS ha formulato una precisa analisi delle risorse effettivamente disponibili per rinnovare il CONTRATTO NAZIONALE DI LAVORO DEL PERSONALE DELLA POLIZIA DI STATO DEI RUOLI AGENTI E ASSISTENTI, SOVRINTENDENTI, ISPETTORI E COMMISSARI, sottolineando che dette risorse, pari a 144 milioni di euro a regime, sono appena il 13% superiori a quelle stanziate per il Contratto del triennio 2016/2018 che noi all’epoca avevamo giudicato insufficienti e che quindi continuiamo a giudicare inadeguate anche oggi.

Le stesse, difatti, abbiamo puntualizzato, potrebbero consentire esclusivamente un aumento delle voci fisse e continuative (parametro ed indennità pensionabile) di circa 100€ medie lordo dipendente, ma non consentirebbero i necessari interventi normativi relativi alle tutele del personale e un appropriato incremento delle indennità accessorie con particolare riguardo a quella di servizio esterno e di ordine pubblico che da ben 18 anni non vengono aumentate, per non parlare della retribuzione del lavoro straordinario che vede un Agente compensato per un’ora di lavoro straordinario con appena 5,95 euro che è una misura immorale anche per i ritardi con cui tale lavoro aggiuntivo viene pagato.

La parte pubblica, rispetto a tali argomentazioni, ha rappresentato l’intenzione del Governo di gratificare il personale del Comparto Sicurezza/Difesa con adeguate misure economiche e normative.

Quanto prima verrà convocata una seconda riunione che dovrà essere anticipata, da parte del Governo, dell’indicazione delle esatte risorse economiche che intende mettere sul tavolo delle trattative del rinnovo contrattuale e che, da parte di questa Federazione COISP MOSAP UPLS, verrà anticipata dall’invio della propria piattaforma rivendicativa delle misure economiche e normative che questa Organizzazione Sindacale ritiene imprescindibile garantire ai Poliziotti.

Roma, 27 ottobre 2020

La Segreteria Nazionale della Federazione COISP MOSAP UPLS

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF