Concorsi interni per 1.141 e 2.662 Vice Ispettori. Il COISP scrive al Dipartimento

4082

Roma, 14 luglio 2022

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO RELAZIONI SINDACALI DELLA POLIZIA DI STATO

OGGETTO: Concorso interno, per titoli, per la copertura di 2.662 posti per Vice Ispettore del ruolo degli Ispettori della Polizia di Stato, indetto con decreto del Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza – datato 31 dicembre 2020.

Concorso interno, per titoli esami, per la copertura di 1.141 posti per Vice Ispettore del ruolo degli Ispettori della Polizia di Stato, indetto con decreto del Capo della Polizia –
Direttore Generale della Pubblica Sicurezza – datato 31 dicembre 2020.

Decenni di noncuranza nell’emanazione dei concorsi interni con conseguenti gravissime carenze nei ruoli dei Sovrintendenti e degli Ispettori hanno trovato soluzione nelle norme statuite dal D.lgs. 95/2017 (c.d. Riordino delle Carriere) e successivi decreti correttivi, che hanno obbligato l’Amministrazione della P.S. ad una considerevole attività concorsuale e a scrutini che stanno interessando decine di migliaia di Poliziotti.
In tale meritevole attività concorsuale posta in essere dal Servizio Concorsi della DAGEP, rientrano i due concorsi in oggetto richiamati, relativamente ai quali è certamente opportuno effettuare delle scelte ragionevoli.
Quanto al concorso, per titoli, per la copertura di 2.662 posti di Vice Ispettore, è dello scorso 22 giugno la pubblicazione della graduatoria di merito e dichiarazione dei vincitori nonché, in pari data, la comunicazione che il relativo corso di formazione (16°) avrà inizio in data 28 luglio e si concluderà il 27 ottobre.
Ebbene, riguardo tale concorso, per il cui corso di formazione il Dipartimento della P.S. sta emanando le disposizioni organizzative e le consuete indicazioni relative alla possibilità di rinunciare al corso per l’acquisizione della qualifica, è certamente opportuno che l’Amministrazione si adoperi per garantire uno scorrimento della graduatoria così da ricoprire tutti i posti messi a concorso resi vacanti dai vincitori rinunciatari e da quelli già in quiescenza.
Quanto invece al concorso, per titoli ed esami, per la copertura di 1.141 posti di Vice Ispettore, lo scorso 9 giugno si è conclusa la prova scritta che è stata superata da oltre 3.000 colleghi.
L’Amministrazione ha già comunicato che la prova orale inizierà dal prossimo mese di settembre ma evidentemente non si è resa conto che ci vorranno molti mesi per la sua conclusione, con ciò ritardando notevolmente quella che è l’esigenza primaria di tutta l’attività concorsuale posta in essere dopo il Riordino delle Carriere, ovvero rimpinguare con urgenza gli organici dei ruoli intermedi della Polizia di Stato che risultano gravemente deficitari tanto da rischiare di compromettere la piena efficienza degli Uffici di Polizia anche in ragione delle numerose quiescenze che si registrano ogni mese.
È pertanto necessario, al fine di evitare quella che chiaramente potrà essere una eccessiva lungaggine del concorso in parola, che si provveda, analogamente a quanto fatto in precedente altra occasione, ad una significativa rimodulazione della prova orale in argomento così da renderla assolvibile in tempi notevolmente più ristretti di quelli oltremodo lunghi oggi obiettivamente ipotizzabili, prevedendo la riduzione delle previste materie d’esame ed eventualmente anche la rideterminazione dei criteri di svolgimento della medesima prova.
Codesto Ufficio è pregato di sostenere quanto sopra presso i competenti settori del Dipartimento
della P.S..
In attesa di cortese urgente riscontro, l’occasione è gradita per inviare i più Cordiali Saluti.

La Segreteria Nazionale del COISP

SCARICA QUESTA NOTA IN PDF