Compartimento Polizia Ferroviaria Puglia – Basilicata – Molise, violazione art. 20 ANQ. Gravissime criticità Ufficio Amministrativo Contabile

643
Polfer
Polfer

Roma, 7 marzo 2022

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO RELAZIONI SINDACALI DELLA POLIZIA DI STATO
c.a. Signor Direttore, Vice Prefetto Maria De Bartolomeis

OGGETTO: Compartimento Polizia Ferroviaria Puglia – Basilicata – Molise.
Violazione art. 20 A.N.Q.. Gravissime criticità Ufficio Amministrativo Contabile.
Richiesta di intervento urgente.

Preg.mo Direttore,
sebbene l’articolo 20 del vigente ANQ statuisce che il personale della Polizia di Stato deve essere comandato, ogni anno, ad espletare 6 giornate di aggiornamento professionale e 6 giornate di addestramento al tiro ed alle tecniche operative, in sede di “verifica”, ex art. 5 ANQ, presso il Compartimento Polizia Ferroviaria Puglia – Basilicata – Molise, è emerso, ed è stato denunciato dalla nostra Segreteria Provinciale di Bari (vedasi allegato
1), che in tutto l’anno 2021 il personale in servizio presso il citato Compartimento non ha affatto espletato tutte le previste giornate di addestramento al tiro ed alle tecniche operative.
Più in particolare, si contestava che nel 2021:
► presso il Compartimento in parola, su 72 Poliziotti:
– soltanto 1 collega era stato comandato ad effettuare addestramento alle tecniche operative … per una sola delle tre giornate previste;
– solamente 32 colleghi erano stati comandati ad effettuare addestramento al tiro … e per una sola delle tre giornate previste;
– 2 colleghi erano stati comandati ad effettuare addestramento al tiro per due delle tre giornate previste;
– 1 collega era stato comandato ad effettuare addestramento al tiro per quattro delle tre giornate previste;
► presso il Posto di Polizia Ferroviaria di Barletta nessuno dei Poliziotti che vi prestano servizio è stato comandato ad effettuare anche una sola giornata di addestramento al tiro ed alle tecniche operative.
In risposta a tali giuste lamentele il Dirigente del Compartimento Polfer di Bari replicava che le responsabilità erano da attribuire alla Questura.
L’ulteriore richiesta di fornire chiarimenti formulata al Questore di Bari dalla nostra Segreteria Provinciale, aveva come riposta che “le problematiche legate alla pandemia da Covid 19 hanno rallentato l’andamento dell’aggiornamento professionale” e che si “sta elaborando un piano di distribuzione del personale per l’addestramento al tiro che consenta la partecipazione di un maggior numero di personale”.
In altre parole, è evidente che il “piano di distribuzione” che la Questura starebbe ora elaborando, doveva trovare predisposizione già tempo addietro … e il Dirigente del Compartimento Polizia Ferroviaria Puglia – Basilicata – Molise non si è affatto preoccupato, per tutto il 2021, di garantire al proprio personale quell’addestramento che è importante per un adeguato e sicuro svolgimento dei particolari servizi sulle linee ferroviarie e di controllo alle migliaia di persone che ogni anno tali colleghi effettuano.
Si segnala, inoltre, che lo scorso 2 settembre questa Segreteria Nazionale inviò al Suo Ufficio l’unita missiva (allegato 2) con la quale si denunciava la gravissima carenza di personale specializzato presso l’Ufficio Amministrativo Contabile del Compartimento Polizia Ferroviaria Puglia – Basilicata – Molise, che metteva e mette a rischio l’adeguato assolvimento delle incombenze amministrative propedeutiche alla corresponsione delle competenze economiche dovute ai Poliziotti.
La S.V. è pertanto pregata di intervenire presso entrambe le articolazioni territoriali sopra richiamate, invitandole al rispetto delle norme che statuiscono l’obbligo di formazione continua e addestramento dei Poliziotti … ovvero ad aver cura della loro incolumità.
In attesa di cortese urgente riscontro, l’occasione è gradita per inviare i più Cordiali Saluti.

Il Segretario Generale del COISP
Domenico Pianese

SCARICA LA NOTA IN PDF