Borsellino: Pianese (Coisp), istituzioni non si limitino a commemorazioni – Comunicato stampa e Agenzie

739
PALERMO 16.07.2011 - PAOLO BORSELLINO, FOTO POCO VISTE O INEDITE. © FRANCO LANNINO/ STUDIO CAMERA

Borsellino: Pianese (Coisp), istituzioni non si limitino a commemorazioni

Roma, 19 Luglio 2022 – “Trenta anni fa la strage di via D’Amelio poneva fine alle vite di Paolo Borsellino e della sua scorta, agenti uccisi per mano della mafia mentre svolgevano il proprio lavoro. Si è aperto, così, uno squarcio nell’anima dello Stato e del nostro popolo”. Lo dichiara in una nota il segretario generale del sindacato di Polizia Coisp Domenico Pianese. “A distanza di tre decenni, le istituzioni non possono e non devono limitarsi alla commemorazione: serve un impegno incessante contro le mafie. Gli insegnamenti di Paolo Borsellino, Giovanni Falcone e dei tanti, tantissimi colleghi che hanno sacrificato la vita combattendo la criminalità organizzata, devono essere monito e stella polare per la politica tutta: il loro esempio va onorato con uno sforzo costante ed efficace a tutela della legalità”, conclude.

AGENZIE STAMPA

Borsellino: Coisp, non limitarsi a commemorazione
‘Serve impegno incessante contro le mafie’
(ANSA) – ROMA, 19 LUG – “Trenta anni fa la strage di via D’Amelio poneva fine alle vite di Paolo Borsellino e della sua scorta, agenti uccisi per mano della mafia mentre svolgevano il proprio lavoro. Si e’ aperto, cosi’, uno squarcio nell’anima dello Stato e del nostro popolo”. Lo dichiara il segretario generale del sindacato di Polizia Coisp Domenico Pianese. “A distanza di tre decenni – aggiunge Pianese – le istituzioni non possono e non devono limitarsi alla commemorazione: serve un impegno incessante contro le mafie. Gli insegnamenti di Paolo Borsellino, Giovanni Falcone e dei tanti, tantissimi colleghi che hanno sacrificato la vita combattendo la criminalita’ organizzata, devono essere monito e stella polare per la politica tutta: il loro esempio va onorato con uno sforzo costante ed efficace a tutela della legalita’”. (ANSA).

BORSELLINO: PIANESE (COISP), ‘ISTITUZIONI NON SI LIMITINO A COMMEMORAZIONI’ =
Palermo, 19 lug. (Adnkronos) – ”Trenta anni fa la strage di via D’Amelio poneva fine alle vite di Paolo Borsellino e della sua scorta, agenti uccisi per mano della mafia mentre svolgevano il proprio lavoro. Si è aperto, così, uno squarcio nell’anima dello Stato e del nostro popolo”. Lo dichiara in una nota il segretario generale del sindacato di Polizia Coisp Domenico Pianese.
“A distanza di tre decenni, le istituzioni non possono e non devono limitarsi alla commemorazione: serve un impegno incessante contro le mafie. Gli insegnamenti di Paolo Borsellino, Giovanni Falcone e dei tanti, tantissimi colleghi che hanno sacrificato la vita combattendo la criminalità organizzata, devono essere monito e stella polare per la politica tutta: il loro esempio va onorato con uno sforzo costante ed efficace a tutela della legalità”, conclude. (Sil/Adnkronos)

VIA D’AMELIO: COISP, ISTITUZIONI NON SI LIMITINO A COMMEMORAZIONI
ROMA (ITALPRESS) – “Trenta anni fa la strage di via D’Amelio poneva fine alle vite di Paolo Borsellino e della sua scorta, agenti uccisi per mano della mafia mentre svolgevano il proprio lavoro. Si è aperto, così, uno squarcio nell’anima dello Stato e del nostro popolo”. Lo dichiara in una nota il segretario generale del sindacato di Polizia Coisp Domenico Pianese. “A distanza di tre decenni, le istituzioni non possono e non devono limitarsi alla commemorazione: serve un impegno incessante contro le mafie. Gli insegnamenti di Paolo Borsellino, Giovanni Falcone e dei tanti, tantissimi colleghi che hanno sacrificato la vita combattendo la criminalità organizzata, devono essere monito e stella polare per la politica tutta: il loro esempio va onorato con uno sforzo costante ed efficace a tutela della legalità”, conclude. (ITALPRESS).

Borsellino: Pianese (Coisp), istituzioni non si limitino a commemorazioni
(Agenparl) Roma, 19 Luglio 2022 – “Trenta anni fa la strage di via D’Amelio poneva fine alle vite di Paolo Borsellino e della sua scorta, agenti uccisi per mano della mafia mentre svolgevano il proprio lavoro. Si è aperto, così, uno squarcio nell’anima dello Stato e del nostro popolo”. Lo dichiara in una nota il segretario generale del sindacato di Polizia Coisp Domenico Pianese. “A distanza di tre decenni, le istituzioni non possono e non devono limitarsi alla commemorazione: serve un impegno incessante contro le mafie. Gli insegnamenti di Paolo Borsellino, Giovanni Falcone e dei tanti, tantissimi colleghi che hanno sacrificato la vita combattendo la criminalità organizzata, devono essere monito e stella polare per la politica tutta: il loro esempio va onorato con uno sforzo costante ed efficace a tutela della legalità”, conclude.

SCARICA LA RASSEGNA IN PDF