Assistenza sanitaria integrativa e complementare da parte della Società “CASPIE Cassa di Assistenza Sanitaria” – Lettera al Capo della Polizia

913

Roma, 29 dicembre 2022

AL SIGNOR CAPO DELLA POLIZIA
Direttore Generale della Pubblica Sicurezza
Prefetto Lamberto Giannini

OGGETTO: Assistenza sanitaria integrativa e complementare da parte della Società “CASPIE Cassa di Assistenza Sanitaria” – È il caso di informare il personale della Polizia di Stato circa gli adempimenti da porre in essere e in merito alle possibili estensioni e ampliamento dell’assistenza.

Preg.mo Signor Capo della Polizia,
riscontrando le continue sollecitazioni di questa O.S. COISP, in data 27 maggio u.s., l’Amministrazione ha determinato di dare corso all’espletamento di una procedura di gara aperta per “l’approvvigionamento di un servizio di assistenza sanitaria integrativa e complementare a favore del personale della Polizia di Stato, del Corpo della Guardia di Finanza e della Polizia Penitenziaria della durata di un anno, dal 01.01.2023 al 31.12.2023”.
La conclusione di tale bando di gara si è avuta con provvedimento dello scorso 12 settembre, che ha decretato che ad aggiudicarsi il bando era stata la Società “CASPIE Cassa di Assistenza Sanitaria”.
Detta copertura sanitaria integrativa, che avrà decorrenza, come detto, dal 1° gennaio p.v., sarà totalmente gratuita per il personale, che tuttavia, pagando, avrà possibilità di estenderla ai propri familiari nonché ampliarne le forme di tutela.
Ora, nel mentre le altre Amministrazione interessate (Corpo della Guardia di Finanza e Polizia Penitenziaria) pare abbiano già da tempo informato il proprio personale di quanto sopra, delle procedure da adempiere per accreditarsi sul sito internet di CASPIE, di come eventualmente ampliare la copertura sanitaria ed anche estenderla ai familiari, il Dipartimento della P.S. sembra essersi dimenticato di darne comunicazione alle donne e agli uomini della Polizia di Stato.
Ad oggi alcuna circolare ci risulta sia stata emanata e la data di inizio della citata “assistenza sanitaria integrativa e complementare” è dietro l’angolo, come anche, soprattutto, il termine per approfittare di estenderla e ampliarla.
La preghiamo quindi, Signor Capo della Polizia, di voler disporre una immediata informativa rivolta a tutti i Poliziotti.
In attesa di cortese urgente riscontro, si inviano i più cordiali saluti.
Con sincera e profonda stima,

Il Segretario Generale del COISP
Domenico Pianese

SCARICA LA LETTERA IN PDF