Alloggiamento degli Agenti in prova della Polizia di Stato provenienti dal 212° Corso di formazione – Situazioni oltremodo indicibili che meritano un intervento immediato e severo

401

Roma, 28 luglio 2021

AL SIGNOR CAPO DELLA POLIZIA
Direttore Generale della Pubblica Sicurezza
Prefetto Lamberto Giannini

OGGETTO: Alloggiamento degli Agenti in prova della Polizia di Stato provenienti dal 212° Corso di formazione – Situazioni oltremodo indicibili che meritano un intervento immediato e severo.

Preg.mo Signor Capo della Polizia,
lo scorso 16 luglio il Direttore Centrale per gli Affari Generali e le Politiche del Personale ha inviato una circolare ai Questori e Dirigenti degli Uffici di Polizia presso i quali sono stati assegnati gli Agenti in prova della Polizia di Stato provenienti dal 212° Corso di formazione per Allievi Agenti, per comunicare che da lì a breve, il 27 luglio, sarebbe iniziato presso detti Uffici il periodo di applicazione pratica di citati neo-Agenti e che agli stessi doveva essere assicurato l’alloggio ed il vitto a carico dell’Amministrazione.
Agli stessi funzionari è stato inoltre ricordata la possibilità, nel caso di indisponibilità di propri consoni alloggi, di optare per strutture ricettive convenzionate, il più possibile prossime alla sede di servizio per evitare spostamenti con i mezzi pubblici e che assicurino formule alloggiative congrue, per le note esigenze di diradamento sociale.
Ebbene, come testimoniano le foto allegate, gli Agenti in prova cui è stato assegnato un alloggio presso la caserma Sant’Ambrogio di Milano e la Stradale di Bologna Sud (ma ci stanno segnalando situazioni analoghe anche da altre province) si sono trovati dinanzi ad una situazione scandalosa ed indecente.
Vi è stata una palese grave ed inaccettabile superficialità nel predisporre e programmare gli alloggi per il predetto personale e ciò sebbene gli uffici territoriali sapevano da mesi il numero di neo-Agenti che sarebbe stato loro assegnato.
Viene da chiedersi, Gent.mo Signor Capo della Polizia, se chi ha assegnato questi alloggi ai neo Agenti li abbia mai visti o se loro stessi siano mai stati alloggiati in tuguri del genere con materassi del 1986, bagni occlusi ed in uno stato igienico indicibile.
A causa dell’indolenza di alcuni, il primo impatto che questi nuovi Colleghi stanno avendo con la Polizia di Stato certamente non è incoraggiante.
Ci rimettiamo, Preg.mo Signor Capo della Polizia, alle Sue valutazioni, certi che non farà mancare un intervento immediato e severo.
Con sincera e profonda stima,

Il Segretario Generale del COISP
Domenico Pianese

SCARICA LA NOTA IN PDF