Questura di Potenza, violazione dell’accordo decentrato e dei diritti del personale della Polizia di Stato

763

Roma, 25 giugno 2019

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO PER LE RELAZIONI SINDACALI

OGGETTO: Questura di Potenza – Violazione dell’accordo decentrato e dei diritti del personale della Polizia di Stato – Chiusura di ogni rapporto sindacale. Richiesta di intervento urgente.

Condividendone appieno i contenuti, che questa Segreteria Nazionale fa propri, si trasmette
l’unita lettera della nostra Segreteria Provinciale di Potenza, sottoscritta congiuntamente ad altre OO.SS. di detta provincia, con la quale, con grande rammarico, si comunica la chiusura di ogni rapporto sindacale con la locale Amministrazione, ancora per pochi giorni guidata dal Questore Alfredo Anzalone.
Con detta missiva, in particolare, oltre a lamentare una totale indifferenza riguardo la grave
carenza di organico della Questura ed una insoddisfacente gestione delle poche risorse umane ed economiche disponibili, riguardo le forti criticità evidenziatesi presso il Centro di Permanenza per il Rimpatrio di Palazzo San Gervasio nonché per ciò che concerne l’inaccettabile volontà dell’Amministrazione di ottenere la restituzione degli anticipi delle missioni relative al 2015 senza concedere al personale interessato di poter adeguatamente difendersi da tale pretesa, è denunciata l’incomprensibile movimentazione di personale effettuata a pochi giorni dalla quiescenza del predetto Questore, verso un Ufficio che di ulteriore personale avrebbe abbisognato mesi addietro, quando maggiori erano i carichi di lavoro, e non certo adesso, evidenziando peraltro – a giudizio della stragrande maggioranza dei colleghi – una discrezionalità che è parsa più vicina all’arbitrio piuttosto
che essere ispirata a quei necessari principi di correttezza, trasparenza ed equità in modo da assicurare parità di trattamento a tutto il personale.
Ciò premesso, codesto Ufficio è pregato di intervenire in maniera risolutiva sulla Questura di Potenza relativamente al contenuto della lettera qui allegata, così garantendo quella doverosa attenzione che è necessaria per consentire il ripristino di quelle corrette “relazioni sindacali” che sono necessarie tanto al Sindacato che all’Amministrazione e che il COISP e altre OO.SS., complessivamente largamente maggioritarie a Potenza, si sono oggi visti costretti ad interrompere.

In attesa di cortese urgente riscontro, l’occasione è gradita per inviare i più Cordiali Saluti.

La Segreteria Nazionale del COISP

LEGGI LA NOTA