Ufficio Polizia di Frontiera Aeromarittima di Olbia – Orario di lavoro – Negate le prerogative sindacali. Richiesta di intervento urgente

159

Roma, 25 marzo 2020

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO PER LE RELAZIONI SINDACALI

OGGETTO: Ufficio Polizia di Frontiera Aeromarittima di Olbia – Orario di lavoro – Negate le
prerogative sindacali. Richiesta di intervento urgente

L’Accordo Nazionale Quadro è stato sottoscritto il 31 luglio 2009 e in data 8 marzo 2010,
il Capo della Polizia ha emanato una circolare che lo esplica rendendone chiari tutti i suoi contenuti.
Relativamente all’orario di servizio e all’orario di lavoro, l’articolo 7 statuisce quanto segue:

Comma 6 – L’adozione per periodi determinati di orari diversi da quelli indicati negli artt. 8 e 9 del presente Accordo, resa necessaria per comprovate e specifiche esigenze, ovvero in ragione di specifiche esigenze locali, di cui all’art. 24, comma 5 lett. c) del D.P.R. 164 del 2002, è assunta previe intese con le Segreterie Provinciali delle organizzazioni sindacali
firmatarie del presente Accordo. In tali casi, il titolare dell’Ufficio interessato invia alle Segreterie provinciali l’informazione in ordine al periodo, all’articolazione oraria da adottare ed alle esigenze che la determinano e, contestualmente, invita le medesime
Segreterie all’incontro per il raggiungimento dell’accordo. La procedura si conclude entro il termine tassativo di 10 giorni dalla ricezione dell’informazione e l’accordo è efficace quando sottoscritto dal titolare dell’Ufficio e dall’Organizzazione Sindacale o dalle Organizzazioni Sindacali firmatarie del presente accordo che rappresentano la maggioranza assoluta (50% + 1) del totale degli iscritti alle Organizzazioni Sindacali nella provincia.

In quasi 11 anni di vigenza del citato ANQ si è reso necessario fornire ulteriori chiarimenti in ordine a diversi aspetti … ma mai con riguardo al sopra riportato comma 6 dell’art. 7.
Il suo contenuto, peraltro assolutamente semplice, è stato evidentemente compreso da tutti …tranne che, a quanto pare, dal dirigente dell’Ufficio Polizia di Frontiera Aeromarittima di Olbia il quale, con nota del 20 marzo u.s. (allegato) ha inteso autonomamente disporre orari e turnazioni che derogano da quelle statuite dagli artt. 8 e 9 dell’ANQ, a decorrere dal 23 marzo, senza alcun confronto e senza alcune previe intese con il Sindacato che è stato solamente informato della sua decisione, presa in violazione delle vigenti norme.
Ora, poiché il pronto intervento della nostra Segreteria Provinciale di Sassari (qui pure allegato) non ha portato il citato funzionario a recedere dal proprio intento di negare i diritti e le prerogative del Sindacato, che non vengono meno nemmeno in questo momento di emergenza da infezione da COVID-19, codesto Ufficio è pregato di intervenire con ogni possibile urgenza, obbligando il predetto funzionario al pedissequo rispetto del vigente ANQ che – lo ribadiamo – all’art. 7, comma 6, statuisce che “L’adozione per periodi determinati di orari diversi da quelli indicati negli artt. 8 e 9 del presente Accordo, resa necessaria per comprovate e specifiche esigenze, ovvero in ragione di specifiche esigenze locali, … è assunta previe intese con le Segreterie Provinciali delle organizzazioni sindacali firmatarie
del presente Accordo”.

In attesa di cortese urgente riscontro, l’occasione è gradita per inviare i più Cordiali Saluti.

La Segreteria Nazionale del COISP

SCARICA QUESTA NOTA E GLI ALLEGATI IN PDF