Trattamento economico del personale aeronavigante. Il COISP incontra il Dipartimento

369
Elicotteristi e specialisti della Polizia di Stato
Elicotteristi e specialisti della Polizia di Stato

Roma, 29 Luglio 2018

In data 24 luglio 2018 alle ore 16.00 si è tenuto, presso il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, un incontro a seguito della richiesta del COISP, fatta pervenire all’Amministrazione unitamente ad un dettagliato
documento in data 04 giugno 2018, in merito all’ apertura di un tavolo di confronto per un profondo rinnovamento del trattamento economico del personale aeronavigante della Polizia di Stato.
L’Amministrazione, valutando positivamente quanto sottoposto, ha strutturato un tavolo di lavoro di altissimo
profilo e competenza tecnica, presieduto dal Dirigente Generale di P.S. Antonino BELLA, responsabile della Struttura di Missione per l’attuazione del riordino delle carriere, dal Direttore del Servizio Reparti Speciali Dott. Benedetto SANNA, dal Direttore dell’Ufficio per le Relazioni Sindacali Vice Prefetto dott.ssa Maria DE BARTOLOMEIS, nonché dal Direttore del Servizio Trattamento di Pensione e Previdenza Dott. Sergio WRETSCHKO e dal Vice Dirigente del Servizio T.E.P.
La delegazione del COISP, in un clima profondamente costruttivo, ha illustrato all’Amministrazione le criticità
che crea il divieto di cumulo delle indennità operative con l’indennità pensionabile, con degli effetti dannosi sul trattamento economico attuale ma anche in prospettiva per quello previdenziale del personale aeronavigante della Polizia di Stato.
Abbiamo sottolineato l’inopportunità di decurtare del 50% l’indennità pensionabile che costituisce parte fissa del trattamento economico di un poliziotto, previsto tra le altre cose da una norma troppo risalente nel tempo che mal si concilia con l’attuale strutturazione del trattamento economico fondamentale.
Tale situazione nel corso degli anni ha danneggiato oltremodo piloti e specialisti della Polizia di Stato,
i cui aumenti contrattuali riguardanti l’indennità pensionabile sono stati percepiti per metà.
E’ stata evidenziata inoltre l’assoluta inadeguatezza dell’emolumento aggiuntivo di polizia, i cui importi sono incredibilmente fermi dal lontano 2002, segno di una mancata attenzione verso le questioni inerenti un importantissimo settore della Polizia di Stato.
E’ stata affrontata inoltre la questione relativa all’ istituto del trascinamento per il personale che transita da una condizione di impiego operativo ad un’altra, in merito si è richiesto di cumulare gli anni di servizio
prestato nelle diverse condizioni di impiego, ovvero pilota, specialista, istruttore di specialità, previsione riservata
attualmente al solo personale dell’ex Corpo Forestale dello Stato.
In merito a quest’ultimo punto sono state fornite ampie rassicurazioni per una immediata risoluzione circa
la disparità di trattamento venutasi a creare.
L’Amministrazione ha condiviso pienamente quanto sostenuto dal COISP, ritendendo maturi ormai i tempi
per una profonda rivisitazione del sistema di calcolo delle indennità, assumendosi l’impegno di valutare
le modifiche normative volte all’eliminazione del divieto di cumulo in sede di correttivi al riordino delle carriere
ovvero nella seconda fase degli accordi contrattuali del triennio 2016/2018.
Diamo atto all’Amministrazione di aver costituito un tavolo di altissimo profilo che testimonia l’assoluta volontà
di risolvere le criticità che si sono protratte per decenni e che hanno costretto il personale aeronavigante a lasciare
l’attività operativa qualche anno prima della collocazione in quiescenza per evitare di subire ingiuste
penalizzazioni nel calcolo del trattamento economico pensionistico.
Grazie al lavoro del COISP si apre un tavolo di confronto importante per piloti e specialisti della Polizia
di Stato!!!

La Segreteria Nazionale del COISP

SCARICA IL COMUNICATO IN FORMATO PDF