Sicurezza: Pianese (Coisp), inaccettabili passi indietro su violenze a pubblico ufficiale

704

Sicurezza: Pianese (Coisp), inaccettabili passi indietro su violenze a pubblico ufficiale

Roma, 19 Febbraio 2020
“L’accordo che a quanto leggiamo è stato trovato nella maggioranza di governo sulle modifiche al decreto sicurezza bis, ci vede in netto e profondo disaccordo. Il ripristino della discrezionalità dei magistrati nel decidere sulla tenuità del fatto in caso di reato di oltraggio, violenza e minaccia a pubblico ufficiale è infatti un chiaro, dannoso e inaccettabile passo indietro nella tutela delle donne e degli uomini in divisa”. Lo dichiara il segretario generale del sindacato di Polizia Coisp, Domenico Pianese. “Chi si scaglia contro un poliziotto, verbalmente o addirittura fisicamente, non può e non deve pensare di poterla fare franca. Ci aspettiamo che, tra chi ogni giorno rischia la propria vita per pochi soldi al fine di tutelare la sicurezza dei cittadini e i facinorosi, lo Stato scelga di essere dalla parte dei primi. Le garanzie in favore degli agenti dovrebbero essere aumentate, non ridotte. Per questo auspichiamo un pronto ripensamento di quelle istituzioni che tuteliamo quotidianamente”, conclude.

AGENZIE STAMPA


Sicurezza: Coisp, inaccettabili passi indietro su decreto
(ANSA) – ROMA, 19 FEB – “Il ripristino della discrezionalita’ dei magistrati nel decidere sulla tenuita’ del fatto in caso di reato di oltraggio, violenza e minaccia a pubblico ufficiale e’ infatti un chiaro, dannoso e inaccettabile passo indietro nella tutela delle donne  e degli uomini in divisa”. Lo dice il segretario del Coisp Domenico Pianese criticando l’intenzione del governo di modificare l’articolo sul tema previsto dal decreto sicurezza bis. “Siamo in netto e profondo disaccordo – aggiunge il Coisp – Chi si scaglia contro un poliziotto, verbalmente o addirittura fisicamente, non puo’ e non deve pensare di poterla fare franca. Ci aspettiamo che, tra chi ogni giorno rischia la propria vita per pochi soldi al fine di tutelare la sicurezza dei cittadini e i facinorosi, lo Stato scelga di essere dalla parte dei primi”. “Le garanzie in favore degli agenti dovrebbero essere aumentate, non ridotte – conclude Pianese – E per questo auspichiamo un pronto ripensamento di quelle istituzioni che tuteliamo quotidianamente”.(ANSA). COM-GUI 19-FEB-20 14:26 NNNN

 


SICUREZZA: PIANESE (COISP), ‘SU VIOLENZE A PUBBLICO UFFICIALE FATTO PASSO INDIETRO’ =
Roma, 19 feb.(Adnkronos) – “L’accordo che a quanto leggiamo è stato trovato nella maggioranza di governo sulle modifiche al decreto sicurezza bis, ci vede in netto e profondo disaccordo. Il ripristino della discrezionalità dei magistrati nel decidere sulla tenuità del fatto in caso di reato di oltraggio, violenza e minaccia a pubblico ufficiale è infatti un chiaro, dannoso e inaccettabile passo indietro nella tutela delle donne e degli uomini in divisa”. Lo dichiara il segretario generale del sindacato di Polizia COISP, Domenico Pianese. “Chi si scaglia contro un poliziotto, verbalmente o addirittura fisicamente, non può e non deve pensare di poterla fare franca. Ci aspettiamo che, tra chi ogni giorno rischia la propria vita per pochi soldi al fine di tutelare la sicurezza dei cittadini e i facinorosi, lo Stato scelga di essere dalla parte dei primi. Le garanzie in favore degli agenti dovrebbero essere aumentate, non ridotte. Per questo auspichiamo un pronto ripensamento di quelle istituzioni che tuteliamo quotidianamente”, conclude Pianese. (Stg/AdnKronos) ISSN 2465 – 1222 19-FEB-20 16:05 NNNN

 


Sicurezza, Coisp: Dannoso passo indietro su violenze a pubblico ufficiale

Milano, 19 feb. (LaPresse) – “L’accordo che a quanto leggiamo è stato trovato nella maggioranza di governo sulle modifiche al decreto sicurezza bis, ci vede in netto e profondo disaccordo. Il ripristino della discrezionalità dei magistrati nel decidere sulla tenuità del fatto in caso di reato di oltraggio, violenza e minaccia a pubblico ufficiale è infatti un chiaro, dannoso e inaccettabile passo indietro nella tutela delle donne e degli uomini in divisa”. Lo dichiara il segretario generale del sindacato di polizia Coisp, Domenico Pianese.(Segue). CRO NG01 bdr/lrs 191410 FEB 20

Milano, 19 feb. (LaPresse) – “Chi si scaglia contro un poliziotto, verbalmente o addirittura fisicamente, non può e non deve pensare di poterla fare franca. Ci aspettiamo che, tra chi ogni giorno rischia la propria vita per pochi soldi al fine di tutelare la sicurezza dei cittadini e i facinorosi, lo Stato scelga di essere dalla parte dei primi. Le garanzie in favore degli agenti dovrebbero essere aumentate, non ridotte. Per questo auspichiamo un pronto ripensamento di quelle istituzioni che tuteliamo quotidianamente”, conclude Pianese.

 


SICUREZZA: PIANESE (COISP), INACCETTABILI PASSI INDIETRO SU VIOLENZE A PUBBLICO UFFICIALE
(AGENPARL) – mer 19 febbraio 2020 “L’accordo che a quanto leggiamo è stato trovato nella maggioranza di governo sulle modifiche al decreto sicurezza bis, ci vede in netto e profondo disaccordo. Il ripristino della discrezionalità dei magistrati nel decidere sulla tenuità del fatto in caso di reato di oltraggio, violenza e minaccia a pubblico ufficiale è infatti un chiaro, dannoso e inaccettabile passo indietro nella tutela delle donne e degli uomini in divisa”.
Lo dichiara il segretario generale del sindacato di Polizia Coisp, Domenico Pianese. “Chi si scaglia contro un poliziotto, verbalmente o addirittura fisicamente, non può e non deve pensare di poterla fare franca. Ci aspettiamo che, tra chi ogni giorno rischia la propria vita per pochi soldi al fine di tutelare la sicurezza dei cittadini e i facinorosi, lo Stato scelga di essere dalla parte dei primi. Le garanzie in favore degli agenti dovrebbero essere aumentate, non ridotte. Per questo auspichiamo un pronto ripensamento di quelle istituzioni che tuteliamo quotidianamente”, conclude.

SCARICA LA RASSEGNA IN FORMATO PDF