Sicurezza: Pianese (Coisp), Governo elimina presidi Polizia Frontiera, è arretramento del sistema di sicurezza – Il COISP su Libero e sulle principali Agenzie stampa

498
Polizia di frontiera
Polizia di frontiera

Sicurezza: Pianese (Coisp), governo elimina presidi Polizia Frontiera, è arretramento  del sistema di sicurezza
Roma, 13 Febbraio 2020

“Nel giorno in cui un’operazione della Polizia di Frontiera, in questo caso a Ventimiglia,  porta all’arresto di un gruppo di persone accusate di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina,  proprio la Polizia di Frontiera è al centro di una riunione a Roma per discutere con le rappresentanze  sindacali la chiusura di una serie di importanti presidi”. Così in una nota Domenico Pianese,  segretario generale del Sindacato di Polizia Coisp. “Con il pretesto di una presunta ottimizzazione  delle risorse umane e razionalizzazione delle risorse tecniche e del parco veicolare, il governo  sta causando un inaccettabile arretramento del sistema di sicurezza in ambito portuale e aeroportuale. In particolare – prosegue – vengono eliminati gli uffici della Polizia di Frontiera in porti e aeroporti molto sensibili come Gioia Tauro, Napoli, Trieste, Brescia, Parma, Taranto, La Spezia. Tra accorpamenti con altri uffici e devoluzione delle attribuzioni alle Questure territorialmente competenti, ci saranno 59 articolazioni territoriali della Polizia di Frontiera rispetto alle 66 attuali. E’ una decisione irresponsabile che contrastiamo con forza”, conclude.

L’ARTICOLO DEL QUOTIDIANO LIBERO

 

Le Agenzie stampa

Sicurezza: Coisp, Governo chiude presidi polizia frontiera
(ANSA) – ROMA, 13 FEB – “Nel giorno in cui un’operazione della Polizia di Frontiera, in questo caso a Ventimiglia, porta all’arresto di un gruppo di persone accusate di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, proprio la Polizia di Frontiera e’ al centro di una riunione a Roma per discutere con le rappresentanze sindacali la chiusura di una serie di importanti presidi”. Cosi’ Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp. “Con il pretesto di una presunta ottimizzazione delle risorse umane e razionalizzazione delle risorse tecniche e del parco veicolare – spiega Pianese – il governo sta causando un inaccettabile arretramento del sistema di sicurezza in ambito portuale e aeroportuale. In particolare – prosegue – vengono eliminati gli uffici della Polizia di Frontiera in porti e aeroporti molto sensibili come Gioia Tauro, Napoli, Trieste, Brescia, Parma, Taranto, La Spezia. Tra accorpamenti con altri uffici e devoluzione delle attribuzioni alle Questure territorialmente competenti, ci saranno 59 articolazioni territoriali della Polizia di Frontiera rispetto alle 66 attuali. E’ una decisione irresponsabile che contrastiamo con forza”. (ANSA). COM-NE 13-FEB-20 13:55 NNNN

 

SICUREZZA: COISP, ‘GOVERNO ELIMINA PRESIDI POLIZIA FRONTIERA, E’ ARRETRAMENTO’ =
Roma, 13 feb. (Adnkronos) – “Nel giorno in cui un’operazione della Polizia di Frontiera, in questo caso a Ventimiglia, porta all’arresto di un gruppo di persone accusate di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, proprio la Polizia di Frontiera è al centro di una riunione a Roma per discutere con le rappresentanze sindacali la chiusura di una serie di importanti presidi”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del Sindacato di Polizia COISP. “Con il pretesto di una presunta ottimizzazione delle risorse umane e razionalizzazione delle risorse tecniche e del parco veicolare, il governo sta causando un inaccettabile arretramento del sistema di sicurezza in ambito portuale e aeroportuale”. “In particolare – prosegue – vengono eliminati gli uffici della Polizia di Frontiera in porti e aeroporti molto sensibili come Gioia Tauro, Napoli, Trieste, Brescia, Parma, Taranto, La Spezia. Tra accorpamenti con altri uffici e devoluzione delle attribuzioni alle Questure territorialmente competenti, ci saranno 59 articolazioni territoriali della Polizia di Frontiera rispetto alle 66 attuali. E’ una decisione irresponsabile che contrastiamo con forza”. (Cro/AdnKronos)



SICUREZZA. COISP: GOVERNO IRRESPONSABILE ELIMINA PRESIDI POLIZIA FRONTIERA PIANESE: INACCETTABILE ARRETRAMENTO
(DIRE) Roma, 13 feb. -“Nel giorno in cui un’operazione della Polizia di Frontiera, in questo caso a Ventimiglia, porta all’arresto di un gruppo di persone accusate di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, proprio la Polizia di Frontiera e’ al centro di una riunione a Roma per discutere con le rappresentanze sindacali la chiusura di una serie di importanti presidi”. Cosi’ in una nota Domenico Pianese, segretario generale del Sindacato di Polizia COISP. “Con il pretesto di una presunta ottimizzazione delle risorse umane e razionalizzazione delle risorse tecniche e del parco veicolare, il governo sta causando un inaccettabile arretramento del sistema di sicurezza in ambito portuale e aeroportuale. In particolare- prosegue- vengono eliminati gli uffici della Polizia di Frontiera in porti e aeroporti molto sensibili come Gioia Tauro, Napoli, Trieste, Brescia, Parma, Taranto, La Spezia.
Tra accorpamenti con altri uffici e devoluzione delle attribuzioni alle Questure territorialmente competenti, ci saranno 59 articolazioni territoriali della Polizia di Frontiera rispetto alle 66 attuali. È una decisione irresponsabile che contrastiamo con forza”, conclude. (Ago/ Dire) 15:01 13-02-20 NNNN

 

Sicurezza, Pianese (Coisp): governo elimina presidi polizia frontiera
Milano, 13 feb. (LaPresse) – “Nel giorno in cui un’operazione della Polizia di Frontiera, in questo caso a Ventimiglia, porta all’arresto di un gruppo di persone accusate di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, proprio la Polizia di Frontiera è al centro di una riunione a Roma per discutere con le rappresentanze sindacali la chiusura di una serie di importanti presidi”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del Sindacato di Polizia Coisp.(Segue). POL NG01 bdr 131230 FEB 20

Sicurezza, Pianese (Coisp): governo elimina presidi polizia frontiera-2
Milano, 13 feb. (LaPresse) – “Con il pretesto di una presunta ottimizzazione delle risorse umane e razionalizzazione delle risorse tecniche e del parco veicolare, il governo sta causando un inaccettabile arretramento del sistema di sicurezza in ambito portuale e aeroportuale. In particolare – prosegue – vengono eliminati gli uffici della Polizia di Frontiera in porti e aeroporti molto sensibili come Gioia Tauro, Napoli, Trieste, Brescia, Parma, Taranto, La Spezia. Tra accorpamenti con altri uffici e devoluzione delle attribuzioni alle Questure territorialmente competenti, ci saranno 59 articolazioni territoriali della Polizia di Frontiera rispetto alle 66 attuali. E’ una decisione irresponsabile che contrastiamo con forza”, conclude. POL NG01 bdr 131230 FEB 20

 

SICUREZZA: PIANESE (COISP), GOVERNO ELIMINA PRESIDI POLIZIA FRONTIERA, è ARRETRAMENTO DEL SISTEMA DI SICUREZZA
(AGENPARL) – gio 13 febbraio 2020 arretramento del sistema di sicurezza*
“Nel giorno in cui un’operazione della Polizia di Frontiera, in questo casoa Ventimiglia, porta all’arresto di un gruppo di persone accusate di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, proprio la Polizia diFrontiera è al centro di una riunione a Roma per discutere con le rappresentanze sindacali la chiusura di una serie di importanti presidi”.
Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del Sindacato di Polizia Coisp. “Con il pretesto di una presunta ottimizzazione delle risorse umane e razionalizzazione delle risorse tecniche e del parco veicolare, il governo sta causando un inaccettabile arretramento del sistema di sicurezza in ambito portuale e aeroportuale. In particolare – prosegue – vengono eliminati gli uffici della Polizia di Frontiera in porti e aeroporti molto sensibili come Gioia Tauro, Napoli, Trieste, Brescia, Parma, Taranto, La Spezia. Tra accorpamenti con altri uffici e devoluzione delle attribuzioni alle Questure territorialmente competenti, ci saranno 59 articolazioni territoriali della Polizia di Frontiera rispetto alle 66 attuali. E’ una decisione irresponsabile che contrastiamo con forza”, conclude.

 

Sicurezza: Pianese (Coisp), governo elimina presidi Polizia Frontiera, è arretramento del sistema di sicurezza.
“Nel giorno in cui un’operazione della Polizia di Frontiera, in questo caso a Ventimiglia, porta all’arresto di un gruppo di persone accusate di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, proprio la Polizia di Frontiera è al centro di una riunione a Roma per discutere con le rappresentanze sindacali la chiusura di una serie di importanti presidi”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del Sindacato di Polizia Coisp.
“Con il pretesto di una presunta ottimizzazione delle risorse umane e razionalizzazione delle risorse tecniche e del parco veicolare, il governo sta causando un inaccettabile arretramento del sistema di sicurezza in ambito portuale e aeroportuale. In particolare – prosegue – vengono eliminati gli uffici della Polizia di Frontiera in porti e aeroporti molto sensibili come Gioia Tauro, Napoli, Trieste, Brescia, Parma, Taranto, La Spezia. Tra accorpamenti con altri uffici e devoluzione delle attribuzioni alle Questure territorialmente competenti, ci saranno 59 articolazioni territoriali della Polizia di Frontiera rispetto alle 66 attuali. E’ una decisione irresponsabile che contrastiamo con forza”, conclude.

SCARICA LA RASSEGNA COMPLETA