Sgombero a Torino, il Coisp: Altro giorno altri Poliziotti feriti. Presto in ospedale finiranno Agenti nonni…

18

COMUNICATO STAMPA DEL 31 OTTOBRE 2012

Oggetto: Sgombero a Torino, il Coisp: “Altro giorno altri Poliziotti feriti. Presto in ospedale finiranno Agenti ormai divenuti nonni… e senza turn over e tutti questi feriti chi andrà a fare i servizi d’ordine pubblico? Forse la Fornero ed i suoi colleghi?”

“Altro giorno altri Poliziotti feriti! Non fa più neppure notizia anzi, tragicamente, ormai è ritenuto assolutamente normale che qualunque nostra attività di servizio si concluda con la conta dei colleghi finiti in ospedale. Presto, però, ci si dovrà abituare a veder finire in un letto Poliziotti non più solo padri di famiglia, ma già nonni. Ad onor del vero si tratta di una cosa che, per quanto assurda ed ingiusta sia, accade già, ma dopo la sciagurata trovata del Ministro Fornero sarà talmente diffusa da non lasciare più scampo a tutti quei colleghi che dopo una vita di fatiche si troveranno sbattuti in mezzo alla guerriglia urbana che ormai imperversa in ogni dove, con buona pace dei nipotini che li andranno a trovare maciullati in un letto d’ospedale quando non al cimitero. E grazie al nostro strepitoso Governo di professori ad attenderci c’è anche di meglio! Sì, perché con l’altra straordinaria pensata che ha bloccato il turn over, e quindi con i buchi insostenibili che si creeranno negli organici, i Poliziotti falcidiati quotidianamente non potranno neppure essere sostituiti.  A quel punto chi andrà a svolgere i servizi d’ordine pubblico? Certamente il Ministro Fornero ed i suoi colleghi! Lo sappiamo che sono tutti in età da pensione – ripescati per l’occasione giusto per distruggere definitivamente il Comparto Sicurezza -, ma in fondo non sono poi tanto più anziani dei Poliziotti che vogliono mandare in strada a farsi ammazzare dai teppisti di turno!”.

Franco Maccari, Segretario Generale del Sindacato Indipendente di Polizia, torna alla carica dopo l’ennesimo episodio di violenza che si è verificato in occasione, questa volta, dello sgombero di una palazzina universitaria di via Verdi a Torino. Vicino al Palazzo della Regione Piemonte e sotto la sede del Comune di Torino i manifestanti hanno tentato di entrare e sono stati respinti dalla Polizia, hanno lanciato contro le Forze dell’Ordine bottiglie, bombe carta, grossi petardi e fumogeni. Quattro i Poliziotti che hanno riportato lesioni: un Funzionario ed un Sovrintendente della Questura e due dipendenti del Reparto Mobile. Ferito anche un manifestante, medicato da un’ambulanza chiamata dai Tutori dell’Ordine. Nei giorni scorsi, nel corso di altri incidenti avvenuti in altre parti d’Italia, diversi Poliziotti sono stati feriti.

“In una sola settimana – conclude Maccari – contiamo i feriti a mazzi, e non per pericolose incursioni in zone di guerra, o per irruzioni in roccaforti di mafiosi col mitra, ma per una semplice apparizione pubblica del Presidente del Consiglio e due sgomberi! La situazione è ormai insostenibile e siamo sconcertati che nessuno prenda una posizione seria e determinata contro questo stato di cose che ci vede soccombere senza che importi a chi di dovere, come se i colleghi fossero carne da macello, e soprattutto contro gli assurdi provvedimenti che vedranno gli Appartenenti al Comparto ancor più penalizzati. Il Governo, ed il Ministro Fornero in particolare, saranno responsabili del massacro di decine di Poliziotti, e di una pericolosa flessione del livello disicurezza degli italiani: e la Politica non mostra di volerli seriamente fermare”.

Ufficio Stampa Co.I.S.P. Nazionale – Responsabile: Olga Iembo Collaboratori: Antonio Capria, Piero Affatigato

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here