Importanti novità sull’attribuzione del buono pasto…UN SUCCESSO TARGATO COISP

7183

Dopo l’incontro del 16 Gennaio sui servizi di vettovagliamento, il Capo della Polizia ha immediatamente firmato ed inviato la circolare (disponibile in calce a questo articolo) che prevede importanti innovazioni per l’attribuzione del doppio buono pasto giornaliero e per l’assegnazione dei ticket.

Dopo molti anni ed innumerevoli e documentati interventi del COISP finalmente due risultati importanti

 

Il comunicato del 16 Gennaio:

Si è appena concluso, presso il Dipartimento della P.S., il previsto incontro per discutere delle tante questioni che attengono al diritto del personale alla mensa obbligatoria di servizio ed al buono pasto, riguardo le quali la Federazione COISP è più volte intervenuto nei confronti dell’Amministrazione nel più totale silenzio da parte di altri sindacati.
La riunione è stata presieduta dal Vice Capo della Polizia, Vice Direttore Generale preposto all’attività di coordinamento e pianificazione, Prefetto Alessandra Guidi, coadiuvata dal Direttore Centrale dei Servizi di Ragioneria Dott. Franco Ricciardi e dal Direttore dell’Ufficio per le Relazioni Sindacali del Dipartimento, Vice Prefetto Maria De Bartolomeis.
In apertura dell’incontro, il Vice Capo della Polizia, dopo aver richiamato la normativa vigente in materia di mensa obbligatoria di servizio, convenzioni con esercizi privati di ristorazione e buono pasto, ha fatto riferimento al “tavolo tecnico” con le Organizzazioni Sindacali avviato tempo addietro e non ancora concluso, aggiungendo che è intenzione dell’Amministrazione, nell’attesa della definizione dei lavori del predetto “tavolo”, di fornire urgenti chiarimenti in merito a due questioni di preminente interesse per il personale, quelle di cui maggiormente la Federazione COISP ha costantemente chiesto una immediata soluzione.
Il COISP, difatti (vedasi molteplici interventi presenti sul nostro sito internet, in ultimo la nota nr. 539/18 S.N. del 10.7.2018 presente al link http://coisp.it/bozza-di-circolare-sulle-mense-di-servizio-leosservazioni-del-coisp/), con riguardo alle CONVENZIONI CON ESERCIZI PRIVATI DI RISTORAZIONE ha continuamente preteso che:

… nel caso in cui l’Amministrazione ponga in essere convenzioni con esercizi privati di ristorazione, deve essere assicurato al personale un pasto “di qualità” avente la medesima composizione di quelli che devono essere garantiti nelle mense obbligatorie di servizio:
– primo piatto caldo: almeno tre scelte di cui uno in bianco;
– secondo piatto caldo: almeno due scelte più l’aggiunta di un piatto freddo;
– contorno: di stagione, con almeno due scelte;
– pane;
– frutta di stagione: due scelte;
– scelta di una bevanda tra acqua, coca cola, aranciata, the freddo, succo di frutta.
La giusta qualità e quantità dei pasti deve essere garantita tanto presso le mense obbligatorie di servizio che presso gli esercizi privati di ristorazione con i quali sono stipulate eventuali convenzioni.
Gli Uffici periferici devono essere obbligati ad effettuare costanti controlli anche tenendo conto delle lamentele del personale e delle Organizzazioni Sindacali, provvedendo eventualmente all’immediata cessazione della convenzione o a mettere in atto le procedure previste dagli accordi per la concessione in gestione delle mense.

nonché il riconoscimento del DIRITTO DEL PERSONALE DELLA POLIZIA DI STATO, NEI CASI PREVISTI DALLE NORME E DISPOSIZIONI VIGENTI, A FRUIRE SIA DEL 1° CHE DEL 2° ORDINARIO PRESSO LA MENSA OBBLIGATORIA DI SERVIZIO OPPURE, IN CASO DI ASSENZA DI MENSA DI SERVIZIO E DI CONVENZIONI CON ESERCIZI PRIVATI DI RISTORAZIONE, ALL’ATTRIBUZIONE DI DUE BUONI PASTO NELLA MEDESIMA GIORNATA.

Nel caso di impiego in orari che, nella medesima giornata, ricoprono il periodo di tempo destinato sia al pranzo che alla cena, come anche nel caso di prolungamento del servizio per situazioni emergenziali, si pretende il diritto alla fruizione gratuita della mensa di servizio o l’attribuzione del buono pasto (ticket restaurant) in misura doppia.
… l’Amministrazione ha ritenuto che quanto sopra spetti al solo personale che effettua servizi di scorta e sicurezza … ed il COISP ha fortemente contrastato tale interpretazione, consegnando, a sostegno della propria pretesa, ai rappresentanti del Dipartimento presenti alla riunione del 16 marzo 2017, un decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze con il quale è riconosciuto al personale della Guardia di Finanza (la cui “normativa vigente” è identica alla nostra), che “ha titolo al vitto gratuito sia per il pasto meridiano
che per quello serale”, l’attribuzione di “due buoni pasto del valore previsto dalle disposizioni vigenti”.

Ebbene, condividendo le osservazioni e le istanze della nostra Organizzazione Sindacale, il Prefetto Guidi ha rappresentato che nell’immediatezza verrà emanata una circolare con la quale sarà chiarito che:

-in assenza di mensa obbligatoria di servizio l’eventuale convenzione con esercizi privati di
ristorazione dovrà comunque garantire al personale di fruire di un pasto completo, equiparabile a quello che deve essere proposto presso le mense di servizio. Qualora tale presupposto non possa concretizzarsi non dovranno essere stipulate covenzioni e quelle in essere dovranno essere recedute
…. ed al personale dovrà essere attribuito il buono pasto del valore di € 7,00, che preferibilmente dovrà essere fornito in formato elettronico come pure ha ripetutamente chiesto il COISP;
– al personale, la cui attività lavorativa svolta, a prescindere dall’orario di servizio e dal turno, ha durata continuativa di almeno 9 ore comprendenti entrambe le fasce orarie 14/15 e 20/21, dovrà essere riconosciuto il doppio trattamento di vitto i, in alternativa, il doppio buono pasto.

La Federazione COISP, nel proprio intervento, nel ringraziare l’Amministrazione ed il Vice Capo della Polizia Prefetto Alessandra GUIDI per l’attenzione rivolta verso il personale su una tematica di particolarissimo interesse e per aver accolto totalmente le richieste che questo Sindacato da tempo avanzava al riguardo delle due questioni di cui sopra, non ha mancato di sollecitare una urgente ripresa dei lavori del menzionato “tavolo tecnico” ove ancora ulteriori problematiche importanti dovranno essere affrontate con riguardo alla mensa obbligatoria di servizio, ai buoni pasto ed ai generi di conforto. Parimenti il COISP ha incalzato l’Amministrazione sulla necessità di adeguare a 7 € l’importo dei buoni pasto del personale della Polizia di Stato che ricopre qualifiche dirigenziali, così da rimediare
a quella che è una evidente e inaccettabile disparità di trattamento
A tal riguardo il Vice Capo della Polizia ha assicurato l’accelerazione dei lavori del “tavolo tecnico” da noi chiesti e puntualizzato che gli stessi dovranno avere termine entro il prossimo mese di febbraio.
Ha inoltre assicurato l’impegno dell’Amministrazione per ciò che riguarda l’adeguamento del buono pasto spettante ai dirigenti di Polizia.

Ottimi risultati, quindi, totalmente ascrivibili alla Federazione COISP, alla sua caparbietà e capacità … risultati favorevoli al personale della Polizia di Stato, ai quali ne sommeremo altri a conclusione dei prossimi imminenti incontri del “tavolo tecnico” sopra richiamato

Questa è la Federazione COISP, meritatamente ai vertici del panorama sindacale della Polizia di Stato!

Roma, 16 gennaio 2019

La Segreteria Nazionale del COISP

 

SCARICA QUESTO COMUNICATO IN FORMATO PDF

LA CIRCOLARE DEL CAPO DELLA POLIZIA