Reparti Mobili della Polizia di Stato. Inammissibile l’impiego per 18 ore consecutive

993
reparto-mobile
reparto-mobile

Roma, 21 marzo 2019

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO PER LE RELAZIONI SINDACALI
c.a. Signor Direttore, Vice Prefetto Maria De Bartolomeis

OGGETTO: Reparti Mobili della Polizia di Stato – Inammissibile l’impiego per 18 ore consecutive

Preg.mo Direttore,
in quest’ultimo periodo siamo stati costretti ad intervenire più volte per denunciare una gestione dei Poliziotti in servizio presso i Reparti Mobili in assoluto spregio dei loro diritti e dell’obbligo di salvaguardarne l’incolumità.
Lo abbiamo fatto con note nn. 141/19 del 18 febbraio scorso, 182/19 del successivo 26 febbraio, 192/19 del 1° marzo e in ultimo 204/19 dello scorso 4 marzo … tutte quante ancora inevase da codesto Dipartimento, sebbene le condotte in danno dei Poliziotti, nelle stesse denunciate, fossero di assoluta gravità.
Ebbene, questo è l’ultimo tentativo rivolto all’Amministrazione di ottenere il dovuto coinvolgimento verso i diritti dei nostri colleghi dei Reparti Mobili. Perdurando l’indifferenza saremo costretti – come Lei stesso potrà comprendere – a rivolgere la nostra richiesta di una seria riflessione ad altri soggetti istituzionali.
Qui, nelle nostre denunce di cui sopra, si parla di impiego operativo per 10 e più ore, nel caso di cui si dirà a seguire ben 18 ore complessive.
Il 14 marzo u.s. nove squadre del 2° Reparto Mobile di Padova sono state impiegate in servizio di ordine pubblico a Milano in occasione dell’evento calcistico “Inter – Eintracht Francoforte”.
90 Poliziotti hanno iniziato a lavorare alle ore 7:00, si sono sobbarcati un viaggio di 250 km (durante il quale nessuno ha modo di riposarsi!) ed al termine del servizio sono stati costretti al medesimo viaggio concludendo il loro impiego alle ore 01:00 circa del giorno successivo. 18 ore di fila piuttosto che spendere qualche soldo per un albergo e garantire loro, a Milano, un meritato riposo dopo il servizio espletato, dopo un impiego di 14-15 ore in un contesto ad alto rischio!
Come non bastasse molti di tali colleghi dopo appena 7 ore sono poi stati comandati per altri servizi di ordine pubblico a Padova e Venezia.
Quale considerazione dei loro diritti e della loro stessa incolumità? ZERO!

In attesa di cortese urgentissimo riscontro, anche alle precedenti sopra richiamate note di questa O.S., l’occasione è gradita per inviare i più Cordiali Saluti.

Il Segretario Generale del COISP
Domenico Pianese

SCARICA QUESTO COMUNICATO IN FORMATO PDF