Questura di Lecco, violazione dei principi di imparzialità gestionale

391

Roma, 29 novembre 2019

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO PER LE RELAZIONI SINDACALI
c.a. Signor Direttore, Vice Prefetto Maria De Bartolomeis

OGGETTO: Questura di Lecco – Violazione dei principi di imparzialità gestionale.
Richiesta intervento urgente.

Preg.mo Direttore,
con riguardo alle organizzazioni sindacali il Signor Capo della Polizia ha più volte puntualizzato ai vari Questori e Dirigenti di Reparti e Uffici l’obbligo di adoperarsi al fine di garantire corrette “relazioni sindacali”, mentre per ciò che concerne il personale ha continuamente espresso la doverosità di gratificare coloro che si contraddistinguono per professionalità, capacità e abnegazione.
Ebbene, l’attività del Questore di Lecco, in questi ultimi mesi, ha evidenziato piena lontananza dai citati obblighi.
Ad una parvenza di cortesia e cordialità ha fatto seguito una totale negazione dei diritti del
COISP di tutela delle proprie prerogative e dei propri iscritti … e ad una serie di situazioni fortemente incresciose che hanno riguardato taluni dipendenti ha fatto seguito una chiara punizione di coloro, guarda caso iscritti e quadri dirigenziali del COISP, che, nella veste di Poliziotti, dette situazioni le avevano rilevate e denunciate.
A fronte di legittime richieste e di gravi accadimenti, il predetto Questore si è adoperato
attuando l’esatto contrario di ciò che avrebbe dovuto fare!
Ora, se da parte dell’Amministrazione è chiesto al Sindacato e allo stesso personale che i
rapporti siano improntati nel rispetto, fiducia e lealtà, va da sé che tali aspetti debbano essere reciproci.
Diversamente certe vicende potremmo discuterle in altre sedi, anche pubblicamente …
Gent.mo Signor Direttore, non è davvero il caso di esplicitare in questa missiva in maniera
dettagliata cosa è accaduto e cosa sta accadendo presso la Questura di Lecco. Siamo certi che un Suo intervento presso quel Questore Le consentirà di apprendere da quello stesso funzionario cosa sta negando al COISP e quali Poliziotti sta punendo per aver semplicemente fatto il proprio dovere. Siamo altresì certi che saprà fargli comprendere che i suoi doveri devono portarlo ad azioni totalmente opposte a quelle attuate.

In attesa di cortese urgente riscontro, l’occasione è gradita per inviare i più Cordiali Saluti.

Il Segretario Generale del COISP
Domenico Pianese

SCARICA QUESTA NOTA IN FORMATO PDF