Progetto di riorganizzazione dei Reparti Mobili. Esito incontro del 20 Febbraio

802

Si è svolto nella serata di ieri, presso il Dipartimento della P.S., il previsto incontro in merito al progetto di riorganizzazione dei Reparti Mobili della Polizia di Stato.
La riunione è stata presieduta dal Vice Capo della Polizia con funzioni vicarie Prefetto Luigi SAVINA coadiuvato dal Direttore Centrale per le Specialità Prefetto Roberto SGALLA.
In apertura dell’incontro l’Amministrazione ha rappresentato che una approfondita riflessione (sollecitata dal COISP con dettagliata lettera al Signor Capo della Polizia) ha portato a ritenere necessaria la previsione di un Dirigente Superiore anche per la direzione del Reparto Mobile di Napoli al pari dei Reparti di Roma e Milano.
Ha inoltre sottolineato – raccogliendo le richieste avanzate dalla Federazione COISP nella precedente riunione del 6 febbraio scorso – una sostanziale disponibilità a valutare l’introduzione di coefficienti d’impiego del personale che consentano di assicurare un’equa distribuzione dei carichi di lavoro e migliorare la trasparenza gestionale.
La Federazione COISP, come già fatto durante il precedente incontro, ha nuovamente puntualizzato la propria ferma ed argomentata contrarietà a qualsiasi provvedimento che preveda, in qualsivoglia contesto collegato ai servizi di ordine pubblico, la suddivisione della squadra in due sotto-squadre di cinque operatori.
La Federazione COISP ha quindi sollevato la questione dell’individuazione dei Capi Squadra e dei Capi Contingente, rispetto alla quale ha preteso la difesa delle peculiarità del ruolo Ispettori e di quello Sovrintendenti, contro una inaccettabile massificazione ed azzeramento dei pluriennali percorsi formativi e professionali.
La Federazione COISP ha proposto che le modalità operative del personale dei Reparti Mobili, siano stralciate dal decreto proposto e siano disciplinate da una apposita circolare – che deve nascere da un serio confronto con le Organizzazioni Sindacali – all’interno della quale sia specificato in modo articolato e dettagliato l’impiego delle Squadre nei vari contesti operativi.
In ultimo la Federazione COISP, ha rappresentato la necessità di individuare criteri oggettivi cui ancorare il progetto di revisione degli organici dei Reparti Mobili, individuando i carichi di lavoro assegnati nel corso del 2018, al fine di ottenere una distribuzione delle risorse umane che sia effettivamente rappresentativa delle esigenze di ogni Reparto. Infine la Federazione COISP e non ha mancato di chiedere l’immediata cessazione delle inaccettabili condizioni lavorative cui sono costretti oggi i colleghi dei vari Reparti Mobili, da un’Amministrazione irrispettosa degli orari di lavoro, del benessere psichico fisico e della stessa incolumità di detto personale.
Al termine del lungo confronto, il Vice Capo della Polizia Savina ed il Direttore Centrale delle Specialità Sgalla, recependo alcune riflessioni della Federazione COISP, hanno deciso di scorporare la disciplina delle modalità d’impiego e formazione dei Reparti Mobili dal decreto, quindi riprogrammare un nuovo incontro in cui l’Amministrazione predisporrà una nuova bozza di decreto di riorganizzazione che terrà conto dei criteri di distribuzione degli organici che siano rispondenti all’effettivo carico di lavoro sopportato da ogni Reparto.

La Segreteria Nazionale del COISP

SCARICA QUESTO COMUNICATO IN FORMATO PDF