Polizia Stradale, impiego illegittimo del personale a favore della Società Autostrade per l’Italia. Richiesta di intervento urgente

4173

Roma, 17 settembre 2019

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO PER LE RELAZIONI SINDACALI
c.a. Signor Direttore, Vice Prefetto Maria De Bartolomeis

OGGETTO: Polizia Stradale, impiego illegittimo del personale a favore della Società Autostrade per l’Italia. Richiesta di intervento urgente.

Preg.mo direttore,
è stato rappresentato a questa segreteria che, nell’ultimo periodo, alcune pattuglie della Polizia Stradale impegnate nei servizi di vigilanza in ambito autostradale, ricadenti sotto il Compartimento Polizia Stradale per il Lazio ed Umbria e dirette dal COPS di Fiano Romano, sono state ripetutamente impegnate, da quest’ultima direzione, per assistere il personale della Società Autostrade per l’Italia o ditte esternalizzate, che svolgono lavori per conto della predetta società, allorquando installano o disinstallano la segnaletica prevista per i cantieri stradali.
Premesso che non è escluso che quanto sopra non sia avvenuto anche in altri Compartimenti o COA/COPS, è ‘obbligo sottolineare che non ci risulta che tra i compiti attribuiti alla Polizia di Stato ed in particolare alla Polizia Stradale rientri la citata incombenza che invece deve e può, senza dubbio, essere assolta dalla stessa società Autostrade per l’Italia o dalle aziende che per questa lavorano.
L’impiego di operatori di Polizia in tale impropria attività, tra l’altro, oltre ad esporre gli stessi, indebitamente, a gravi rischi per la propria incolumità, di fatto li rende assimilabili a dipendenti della società Autostrade per l’Italia che, con tutto il rispetto, svolgono però ben altre funzioni rispetto ai peculiari e delicati compiti di Polizia e, soprattutto, li svolgono con strumenti, mezzi ed abbigliamento di segnalazione che offrono loro adeguate garanzie
di visibilità e sicurezza e di cui la Polizia Stradale non è dotata.
Non è superfluo rammentare che il personale della Polizia di Stato non è alle dipendenze di società private le quali, invero, per adempiere in sicurezza alle proprie specifiche esigenze lavorative, devono attrezzarsi autonomamente assumendo personale ed acquistando gli strumenti necessari.
Il ricorso all’impiego gratuito di uomini e donne che devono assolvere a ben altri compiti istituzionali, quali sono quelli precipui attribuiti alla Polizia di Stato, è assolutamente inaccettabile. Tra le nostre attività non vi è la funzione di “tutorial” o ”guarda spalle” di coloro che svolgono lavori stradali e delle relative aziende che in tal modo vorrebbero trarre anche un importante profitto economico atteso il risparmio sulle assunzioni di ulteriori risorse umane ed acquisto di mezzi di segnalazione.
Tra l’altro, Preg.mo Direttore, non si può sottovalutare il rischio per l’incolumità personale cui, con queste assurde decisioni dirigenziali, gli operatori di Polizia Stradale vengono disinteressatamente esposti ad esclusivo vantaggio di aziende private e risulta pertanto incomprensibile come un qualsiasi funzionario di Polizia, che in primo luogo dovrebbe avere a cuore proprio la sicurezza dei suoi uomini, possa disporre un simile improprio ed assurdo
impiego.
I Poliziotti sanno benissimo che tra i rischi della loro professione è insito anche quello dell’incolumità fisica fino all’estremo sacrificio ma certo è che tale rischio non può e non deve essere corso per sostituire il personale di aziende private favorendo gli interessi anche economici di quest’ultime.
Le chiedo pertanto un urgentissimo e risoluto intervento atto a far cessare immediatamente il segnalato inopportuno utilizzo del personale della Polizia Stradale prima che possano verificarsi situazioni incresciose che non vogliamo neanche lontanamente immaginare.

In attesa di cortese urgente riscontro, l’occasione è gradita per inviare i più Cordiali Saluti.

Il Segretario Generale del COISP
Domenico Pianese

 

SCARICA QUESTA NOTA IN FORMATO PDF