Polizia Stradale di Aosta – Illegittima negazione della commutazione del lavoro straordinario in riposi compensativi. SOLLECITO

612

Roma, 27 dicembre 2018

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO PER LE RELAZIONI SINDACALI

OGGETTO: Polizia Stradale di Aosta – Illegittima negazione della commutazione del lavoro
straordinario in riposi compensativi. SOLLECITO

Con nota del 21 novembre scorso, recante prot.1172/18 S.N. e pari oggetto della presente,
questa O.S. aveva denunciato a codesto Ufficio la violazione dell’art. 17 dell’ANQ posta in essere dal Dirigente della Sezione Polizia Stradale di Aosta, il quale, con propria disposizione datata 7.11.2018 ha illegittimamente inteso disporre “…con effetto immediato che le ore di straordinario emergente e programmato effettuate da oggi fino al 31/12/2018, NON siano commutate in riposo compensativo, ciò al fine di consentire l’equilibrata fruizione dei riposi Legge 937, C.O. residuo e recuperi riposo…”.
Quanto sopra, come detto, in assoluto contrasto al menzionato art. 17 il quale, in merito
al “Riposo compensativo”, statuisce che “Le prestazioni orarie di lavoro straordinario obbligatorio e programmato effettuate possono essere commutate, a richiesta del dipendente, in un numero corrispondente di giorni di riposo compensativo. La richiesta, l’accoglimento e l’eventuale diniego motivato vanno formulati per iscritto”.
L’intervento di codesto Ufficio, richiesto da questa O.S. con la nota sopra richiamata, non pare ad oggi essere stato effettuato e la gravissima violazione contrattuale in argomento continua ad essere attuata con grave danno nei confronti del personale.
Si sollecita pertanto codesto Ufficio a voler intervenire ottenendo l’immediata revoca della citata disposizione.
Il personale della Polizia di Stato ha diritto a commutare le ore di lavoro straordinario in riposi compensativi e l’Amministrazione deve essere in grado di conciliare tale diritto con gli altri istituti di cui i Poliziotti pure hanno diritto e con le proprie esigenze di servizio. Una negazione a priori non è comprensibile né prevista dalla norma.

Si rimane in attesa di cortese immediato riscontro.

La Segreteria Nazionale del COISP

 

SCARICA QUESTA NOTA IN FORMATO PDF