Mobilitazione nazionale del 29 Ottobre. Un riscontro senza precedenti sui media

658

Decine e decine di Agenzie, articoli di quotidiani, Tweet dei Parlamentari, news sui portali d’informazione, servizi televisivi…La mobilitazione nazionale del COISP ha avuto un’eco importantissima su tutti i mezzi d’informazione

Rassegna stampa quotidiani del 30 Ottobre

SCARICA LA RASSEGNA IN PDF


Il servizio del TG2 (29.10.2019 – ore 13:00)


Agenzie nazionali 29 Ottobre


SICUREZZA: COISP, POLIZIOTTI IN PIAZZA PER FARSI ASCOLTARE
(ANSA) – ROMA, 29 OTT – “Per la Polizia e’ impensabile scendere in piazza, eppure oggi siamo costretti a essere qui per denunciare la grave mancanza di attenzione del governo e della politica nei nostri confronti”. Lo dice il segretario del Coisp Domenico Pianese nel corso del sit in di protesta organizzato dal sindacato in piazza Montecitorio e in altre citta’ italiane per sollecitare risposte alle richieste del comparto sicurezza. “In un Paese civile – prosegue Pianese – non e’ accettabile che chi aggredisce le forze dell’ordine abbia la consapevolezza di farla franca: servono norme chiare a tutela dei poliziotti e va fatto rispettare il principio di certezza della pena”.
Inoltre, per quanto riguarda “il riconoscimento del nostro lavoro, dopo 10 anni che non vengono ritoccati i nostri stipendi e con migliaia di ore di straordinario non ancora pagate, non possiamo essere soddisfatti dai 40 euro in piu’ al mese annunciati dal premier Conte. E’ necessario – conclude il Coisp – un impegno serio nella prossima manovra, perche’ e’ quasi immorale che gli agenti debbano subire questo trattamento”.(ANSA).


SICUREZZA: PIANESE (COISP), ‘POLIZIOTTI COSTRETTI A SCENDERE IN PIAZZA PER FARSI ASCOLTARE’ =
Roma, 29 ott. – (Adnkronos) – ”Per la Polizia è impensabile scendere  in piazza, eppure oggi siamo costretti a essere qui per denunciare la grave mancanza di attenzione del governo e della politica nei nostri confronti”. Così Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp che oggi sta manifestando a Roma, in piazza  Montecitorio, e in altre 50 città italiane per sollecitare risposte alle richieste del comparto sicurezza. ”In un Paese civile – ha proseguito Pianese – non è accettabile che chi aggredisce le Forze dell’Ordine abbia la consapevolezza di farla franca: servono norme chiare a tutela dei poliziotti e va fatto rispettare il principio di certezza perché i criminali devono essere  assicurati alle patrie galere. Quanto al riconoscimento del nostro lavoro, dopo 10 anni che non vengono ritoccati i nostri stipendi e con migliaia di ore di straordinario non ancora pagate, non possiamo essere soddisfatti dai 40 euro in più al mese annunciati dal premier Conte”. “In questa piazza, come davanti alle prefetture di tutta Italia, chiediamo perciò un impegno serio nella prossima manovra, perché è quasi immorale che gli agenti debbano subire questo trattamento”, ha concluso.


SICUREZZA, COISP: POLIZIOTTI COSTRETTI A SCENDERE IN PIAZZA
(9Colonne) Roma, 29 ott – “Per la Polizia è impensabile scendere in piazza, eppure oggi siamo costretti a essere qui per denunciare la grave mancanza di attenzione del governo e della politica nei nostri confronti”. Così Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp che oggi sta manifestando a Roma, in piazza Montecitorio, e in altre 50 città italiane per sollecitare risposte alle richieste del comparto sicurezza. “In un Paese civile – ha proseguito Pianese – non è accettabile che chi aggredisce le Forze dell’Ordine abbia la consapevolezza di farla franca: servono norme chiare a tutela dei poliziotti e va fatto rispettare il principio di certezza perché i criminali devono essere assicurati alle patrie galere. Quanto al riconoscimento del nostro lavoro, dopo 10 anni che non vengono ritoccati i nostri stipendi e con migliaia di ore di straordinario non ancora pagate, non possiamo essere soddisfatti dai 40 euro in più al mese annunciati dal premier Conte. In questa piazza, come davanti alle prefetture di tutta Italia, chiediamo perciò un impegno serio nella prossima manovra, perché è quasi immorale che gli agenti debbano subire questo trattamento”, ha concluso.(red)


Sicurezza: Pianese (Coisp), poliziotti costretti a scendere in piazza per farsi ascoltare
Roma, 29 ott – (Nova) – “Per la Polizia e’ impensabile scendere in piazza, eppure oggi siamo costretti a essere qui  per denunciare la grave mancanza di attenzione del governo e della politica nei nostri confronti”. Cosi’ Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp che oggi sta manifestando a Roma, in piazza Montecitorio, e in altre 50 citta’ italiane per sollecitare risposte alle richieste del comparto sicurezza. “In un Paese civile – ha proseguito Pianese – non e’ accettabile che chi aggredisce le Forze dell’ordine abbia la consapevolezza di farla franca: servono norme chiare a tutela dei poliziotti e va fatto rispettare il principio di certezza perche’ i criminali devono essere assicurati alle patrie galere. Quanto al riconoscimento del nostro lavoro, dopo 10 anni che non vengono ritoccati i nostri stipendi e con migliaia di ore di straordinario non ancora pagate, non possiamo essere soddisfatti dai 40 euro in piu’ al mese annunciati dal premier Conte. In questa piazza, come davanti alle prefetture di tutta Italia, chiediamo percio’ un impegno serio nella prossima manovra, perche’ e’ quasi immorale che gli agenti debbano subire questo trattamento”, ha concluso.


Sicurezza, Pianese (Coisp): poliziotti costretti a scendere in piazza “Per farsi ascoltare”
Roma, 29 ott. (askanews) – “Per la Polizia è impensabile scendere in piazza, eppure oggi siamo costretti a essere qui per denunciare la grave mancanza di attenzione del governo e della politica nei nostri confronti”. Così Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp che oggi sta manifestando a Roma, in piazza Montecitorio, e in altre 50 città italiane per sollecitare risposte alle richieste del comparto sicurezza. “In un Paese civile – ha proseguito Pianese – non è accettabile che chi aggredisce le Forze dell’Ordine abbia la consapevolezza di farla franca: servono norme chiare a tutela dei poliziotti e va fatto rispettare il principio di certezza perché i criminali devono essere assicurati alle patrie galere. Quanto al riconoscimento del nostro lavoro, dopo 10 anni che non vengono ritoccati i nostri stipendi e con migliaia di ore di straordinario non ancora pagate, non possiamo essere soddisfatti dai 40 euro in più al mese annunciati dal premier Conte. In questa piazza, come davanti alle prefetture di tutta Italia, chiediamo perciò un impegno serio nella prossima manovra, perché è quasi immorale che gli agenti debbano subire questo trattamento”, ha concluso.


Sicurezza, Molteni: vicini a polizia, non si tocchino nostri decreti
Roma, 29 ott. (askanews) – “Non siamo riusciti a risolvere tutti i problemi della Polizia perché abbiamo ereditato dai governi precedenti una situazione difficile sia sul fronte del riordino delle carriere sia sul rinnovo del contratto e sugli organici: dovremmo avere 106mila agenti di Polizia, ce ne sono 98.500”. Lo ha detto il deputato della Lega Nicola Molteni intervenendo alla manifestazione del sindacato di Polizia Coisp a Roma, in piazza Montecitorio. “Abbiamo però invertito la tendenza – ha proseguito l’ex sottosegretario all’Interno – inserendo 2 miliardi di euro per il comparto nella scorsa manovra e approvando i decreti sicurezza.Colgo l’occasione per urlare da questa piazza alla nuova maggioranza: non toccate quei decreti! La sicurezza non è di destra o di sinistra: le Forze dell’Ordine sono al servizio del Paese e indossano la divisa dell’Italia e degli italiani. In silenzio e senza clamore difendono i cittadini ogni giorno rischiando la vita. Ecco perché sputare sulla divisa di un poliziotto non può essere considerato un reato di lieve entità: è un reato gravissimo”, ha concluso.


Sicurezza, Molteni: vicini a polizia, non si tocchino nostri decreti
Roma, 29 ott. (askanews) – “Non siamo riusciti a risolvere tutti i problemi della Polizia perché abbiamo ereditato dai governi precedenti una situazione difficile sia sul fronte del riordino delle carriere sia sul rinnovo del contratto e sugli organici: dovremmo avere 106mila agenti di Polizia, ce ne sono 98.500”. Lo ha detto il deputato della Lega Nicola Molteni intervenendo alla manifestazione del sindacato di Polizia Coisp a Roma, in piazza Montecitorio. “Abbiamo però invertito la tendenza – ha proseguito l’ex sottosegretario all’Interno – inserendo 2 miliardi di euro per il comparto nella scorsa manovra e approvando i decreti sicurezza.Colgo l’occasione per urlare da questa piazza alla nuova maggioranza: non toccate quei decreti! La sicurezza non è di destra o di sinistra: le Forze dell’Ordine sono al servizio del Paese e indossano la divisa dell’Italia e degli italiani. In silenzio e senza clamore difendono i cittadini ogni giorno rischiando la vita. Ecco perché sputare sulla divisa di un poliziotto non può essere considerato un reato di lieve entità: è un reato gravissimo”, ha concluso.


SICUREZZA. MOLTENI (LEGA): VICINI A POLIZIA, NON SI TOCCHINO NOSTRI DECRETI
(DIRE) Roma, 29 ott. – “Non siamo riusciti a risolvere tutti i  problemi della Polizia perche’ abbiamo ereditato dai governi precedenti una situazione difficile sia sul fronte del riordino  delle carriere sia sul rinnovo del contratto e sugli organici: dovremmo avere 106mila agenti di Polizia, ce ne sono 98.500”. Cosi’ il deputato della Lega Nicola Molteni intervenendo alla manifestazione del sindacato di Polizia Coisp a Roma, in piazza Montecitorio.
“Abbiamo pero’ invertito la tendenza – ha proseguito l’ex sottosegretario all’Interno – inserendo 2 miliardi di euro per il comparto nella scorsa manovra e approvando i decreti sicurezza. Colgo l’occasione per urlare da questa piazza alla nuova maggioranza: non toccate quei decreti! La sicurezza non e’ di destra o di sinistra: le Forze dell’Ordine sono al servizio del Paese e indossano la divisa dell’Italia e degli italiani. In silenzio e senza clamore difendono i cittadini ogni giorno rischiando la vita. Ecco perche’ sputare sulla divisa di un poliziotto non puo’ essere considerato un reato di lieve entita’: e’ un reato gravissimo”, ha concluso.


Sicurezza: Molteni (Lega), vicini a Polizia, non si tocchino nostri decreti
Roma, 29 ott – (Nova) – Il deputato della Lega Nicola  Molteni, intervenendo alla manifestazione del sindacato di Polizia Coisp a Roma, in piazza Montecitorio, ha affermato che “non siamo riusciti a risolvere tutti i problemi della Polizia, perche’ abbiamo ereditato dai governi precedenti  una situazione difficile sia sul fronte del riordino delle carriere sia sul rinnovo del contratto e sugli organici: dovremmo avere 106 mila agenti di Polizia, ce ne sono 98.500. Abbiamo pero’ invertito la tendenza – ha proseguito l’ex sottosegretario all’Interno – inserendo due miliardi di euro per il comparto nella scorsa manovra e approvando i decreti Sicurezza. Colgo l’occasione per urlare da questa piazza alla nuova maggioranza: non toccate quei decreti. La sicurezza non e’ di destra o di sinistra: le Forze dell’ordine sono al servizio del Paese e indossano la divisa dell’Italia e degli italiani. In silenzio e senza clamori difendono i cittadini ogni giorno rischiando la vita. Ecco perche'”, ha concluso Molteni, “sputare sulla divisa di un poliziotto non puo’ essere considerato un reato di lieve entita’: e’ un reato gravissimo”. (Rin)

 


Sicurezza, Molteni (Lega): Vicini a Polizia, non si tocchino nostri decreti

Roma, 29 ott. (LaPresse) – “Non siamo riusciti a risolvere tutti i problemi della Polizia perché abbiamo ereditato dai governi precedenti una situazione difficile sia sul fronte del riordino delle carriere sia sul rinnovo del contratto e sugli organici: dovremmo avere 106mila agenti di Polizia, ce ne sono 98.500”. Così il deputato della Lega Nicola Molteni intervenendo alla manifestazione del sindacato di Polizia Coisp a Roma, in piazza Montecitorio. “Abbiamo però invertito la tendenza – ha proseguito l’ex sottosegretario all’Interno – inserendo 2 miliardi di euro per il comparto nella scorsa manovra e approvando i decreti sicurezza. Colgo l’occasione per urlare da questa piazza alla nuova maggioranza: non toccate quei decreti! La sicurezza non è di destra o di sinistra: le Forze dell’Ordine sono al servizio del Paese e indossano la divisa dell’Italia e degli italiani. In silenzio e senza clamore difendono i cittadini ogni giorno rischiando la vita. Ecco perché sputare sulla divisa di un poliziotto non può essere considerato un reato di lieve entità: è un reato gravissimo”, ha concluso.


Sicurezza: Molteni, vicini a Polizia, non toccare nostri dl
(ANSA) – ROMA, 29 OTT – “Non siamo riusciti a risolvere tutti i problemi della Polizia perche’ abbiamo ereditato dai governi precedenti una situazione difficile sia sul fronte del riordino delle carriere sia sul rinnovo del contratto e sugli organici: dovremmo avere 106mila agenti di Polizia, ce ne sono 98.500”. Lo afferma il deputato della Lega Nicola Molteni intervenendo alla manifestazione del sindacato di Polizia Coisp a Roma, in piazza Montecitorio.
“Abbiamo pero’ invertito la tendenza – prosegue – inserendo 2 miliardi di euro per il comparto nella scorsa manovra e approvando i decreti sicurezza. Colgo l’occasione per urlare da questa piazza alla nuova maggioranza: non toccate quei decreti! La sicurezza non e’ di destra o di sinistra: le Forze dell’Ordine sono al servizio del Paese e indossano la divisa dell’Italia e degli italiani. In silenzio e senza clamore difendono  cittadini ogni giorno rischiando la vita. Ecco perche’ sputare sulla divisa di un poliziotto non puo’ essere considerato un reato di lieve entita’: e’ un reato gravissimo”.(ANSA).


Sicurezza, Gasparri (Fi): chiarezza su modalità operative poliziotti
Roma, 29 ott. (askanews) – “Sto proponendo un’indagine conoscitiva in Commissione Affari costituzionali in Senato sulle modalità operative dei poliziotti. Alcune volte i nostri agenti vengono tacciati di eccessiva durezza, in altri casi li si accusa di imperizia: che devono fare? Le Forze dell’Ordine difendono la legalità e lo Stato, non possono essere sottoposte a costanti processi mediatici”. Lo ha detto il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri, intervenendo alla manifestazione promossa dal sindacato di Polizia Coisp davanti piazza Montecitorio a Roma. “Non dobbiamo piangere i morti il giorno dopo – ha proseguito -,ma ribadire regole indispensabili a tutela delle Forze dell’Ordine. Per questo mi sono opposto alla legge sulla tortura: non possiamo cedere ai tentativi di intimidire i nostri agenti. Anche la questione del riordino delle carriere è una foglia di fico per nascondere la mancanza di risorse per il comparto. Servono invece più fondi e più tutele”, ha concluso.


Sicurezza, Gasparri (FI): Serve chiarezza su modalità operative poliziotti
Roma, 29 ott. (LaPresse) – “Sto proponendo un’indagine conoscitiva in Commissione Affari costituzionali in Senato sulle modalità operative dei poliziotti. Alcune volte i nostri agenti vengono tacciati di eccessiva durezza, in altri casi li si accusa di imperizia: che devono fare? Le Forze dell’Ordine difendono la legalità e lo Stato, non possono essere sottoposte a costanti processi mediatici”. Così il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri intervenendo alla manifestazione promossa dal sindacato di Polizia Coisp davanti piazza Montecitorio a Roma.(Segue)


SICUREZZA. GASPARRI (FI): SERVE CHIAREZZA SU MODALITÀ OPERATIVE POLIZIOTTI
(DIRE) Roma, 29 ott. – “Sto proponendo un’indagine conoscitiva in Commissione Affari costituzionali in Senato sulle modalita’ operative dei poliziotti. Alcune volte i nostri agenti vengono tacciati di eccessiva durezza, in altri casi li si accusa di imperizia: che devono fare? Le Forze dell’Ordine difendono la legalita’ e lo Stato, non possono essere sottoposte a costanti processi mediatici”. Cosi’ il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri intervenendo alla manifestazione promossa dal sindacato di Polizia Coisp davanti piazza Montecitorio. a Roma.
“Non dobbiamo piangere i morti il giorno dopo – ha proseguito -, ma ribadire regole indispensabili a tutela delle Forze dell’Ordine. Per questo mi sono opposto alla legge sulla tortura: non possiamo cedere ai tentativi di intimidire i nostri agenti.  Anche la questione del riordino delle carriere e’ una foglia di fico per nascondere la mancanza di risorse per il comparto. Servono invece piu’ fondi e piu’ tutele”, ha concluso.


SICUREZZA, GASPARRI (FI): SERVE CHIAREZZA SU MODALITÀ OPERATIVE POLIZIOTTI

(9Colonne) Roma, 29 ott – “Sto proponendo un’indagine conoscitiva in Commissione Affari costituzionali in Senato sulle modalità operative dei poliziotti. Alcune volte i nostri agenti vengono tacciati di eccessiva durezza, in altri casi li si accusa di imperizia: che devono fare? Le Forze dell’Ordine difendono la legalità e lo Stato, non possono essere sottoposte a costanti processi mediatici”. Così il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri intervenendo alla manifestazione promossa dal sindacato di Polizia Coisp davanti piazza Montecitorio a Roma. “Non dobbiamo piangere i morti il giorno dopo – ha proseguito -, ma ribadire regole indispensabili a tutela delle Forze dell’Ordine. Per questo mi sono opposto alla legge sulla tortura: non possiamo cedere ai tentativi di intimidire i nostri agenti. Anche la questione del riordino delle carriere è una foglia di fico per nascondere la mancanza di risorse per il comparto. Servono invece più fondi e più tutele”, ha concluso. (red)


Sicurezza: Lollobrigida, siamo vicini al popolo delle divise
(ANSA) – ROMA, 29 OTT – “Non si puo’ investire su chi non lavora e non investire su chi, come le Forze dell’Ordine, si impegna costantemente per il bene dei cittadini. Bisogna  prestare molta piu’ attenzione a coloro che possono rappresentare l’Italia con fierezza”. Cosi’ il deputato di Fratelli d’Italia Francesco Lollobrigida intervenendo alla manifestazione del sindacato di Polizia Coisp  in piazza Montecitorio.
“Noi siamo al fianco delle divise – ha proseguito-, di chi difende e rappresenta la nostra Patria nel modo migliore e piu’ degno. Per questo anche dall’opposizione lavoreremo affinche’ il popolo delle divise possa avere i giusti riconoscimenti. Noi siamo con voi, al vostro fianco, sempre”, ha concluso.(ANSA).


Sicurezza: Lollobrigida (FdI), con popolo divise per riconoscimenti =
(AGI) – Roma, 29 ott. – “Non si puo’ investire su chi non lavora e non investire su chi, come le Forze dell’Ordine, si impegna costantemente per il bene dei cittadini. Bisogna  prestare molta piu’ attenzione a coloro che possono rappresentare l’Italia con fierezza”. Cosi’ il deputato di Fratelli d’Italia Francesco Lollobrigida intervenendo alla  manifestazione del sindacato di Polizia Coisp a Roma, in piazza Montecitorio. “Noi siamo al fianco delle divise – ha proseguito-, di chi difende e rappresenta la nostra Patria nel modo migliore e piu’ degno. Per questo anche dall’opposizione lavoreremo affinche’ il popolo delle divise possa avere i giusti riconoscimenti. Noi siamo con voi, al vostro fianco, sempre”, ha concluso.(AGI)


Sicurezza: Lollobrigida (Fd’I), con popolo divise per giusti riconoscimenti
Roma, 29 ott – (Nova) – Il deputato di Fratelli d’Italia Francesco Lollobrigida, intervenendo alla manifestazione del sindacato di Polizia Coisp a Roma, in piazza Montecitorio, ha dichiarato che “non si puo’ investire su chi non lavora e non investire su chi, come le Forze dell’ordine, si impegna costantemente per il bene dei cittadini. Bisogna prestare molta piu’ attenzione a coloro che possono rappresentare l’Italia con fierezza. Noi siamo al fianco delle divise – ha proseguito il parlamentare – di chi difende e rappresenta la nostra Patria nel modo migliore e piu’ degno. Per questo anche dall’opposizione lavoreremo affinche’ il popolo delle divise possa avere i giusti riconoscimenti. Noi siamo con voi”, ha concluso Lollobrigida, “al vostro fianco, sempre”.

 


NNNN ******* *Sicurezza, Fidanza (Fdi): Solidarietà a uomini e donne polizia Stato
  Sicurezza, Fidanza(Fdi): Solidarietà a uomini e donne polizia Stato Roma, 29 ott. (LaPresse) – “Esprimo la mia totale solidarietà e vicinanza agli uomini ed alle donne della Polizia di Stato che, questa mattina, hanno manifestato con il sindacato Coisp davanti alle Prefetture di tutta Italia per chiedere a gran voce ciò che dovrebbe essere dato per scontato come, ad esempio, il riconoscimento degli straordinari, le tutele essenziali, il rinnovo del contratto, locali adeguati nei quali operare e strumenti efficaci per combattere i delinquenti. Da parte di tutte le Istituzioni, comprese quelle europee, serve un messaggio chiaro e pragmatico: difendere la dignità delle Forze dell’Ordine significa difendere l’incolumità e la sicurezza dei cittadini europei”. Così in una nota  l’onorevole Carlo Fidanza, Capodelegazione di Fratelli d’Italia al Parlamento Europeo. POL NG01 abf 291845 OTT 19 ********

Agenzie locali 29 Ottobre


Regionali: Montemagni,pronti in Toscana con alternativa vera Capogruppo Consiglio regionale, ‘dobbiamo partire presto’
(ANSA) – FIRENZE, 29 OTT – Quella in Umbria “e’ la vittoria di Matteo Salvini e della Lega. Noi siamo pronti con un’alternativa vera anche per regionali in Toscana. Sicuramente rappresentiamo qualcosa di nuovo, tutto il resto secondo noi rimane la continuita’ di questi 50 anni e non risolverebbe i problemi della Toscana”. Lo ha detto Elisa Montemagni, capogruppo in consiglio regionale della Lega, a margine del presidio del sindacato di polizia Coisp sotto la prefettura di Firenze. “Io credo – ha aggiunto – che i cittadini della Toscana siano pronti per un’alternativa politica, lo sono perche’ abbiamo vinto in tanti Comuni. Dobbiamo partire presto perche’ abbiamo visto quest’anno che siamo partiti troppo tardi” per l’elezione del sindaco di Firenze “e questo ci ha penalizzati, ma se partiamo presto e spieghiamo bene il progetto ai cittadini loro sono pronti e ricettivi per ascoltare qualcosa di diverso da quello che propone il Pd da 50 anni. Stiamo gia’ lavorando con tavoli tematici ad un programma che sia un programma sostenibile perche’ non vogliamo il libro dei sogni, vogliamo portare un’alternativa che in caso di vittoria sia attuabile in tempi stretti per risolvere quei problemi che il Pd ha creato, la sanita’ prima di tutto”.(ANSA). YUM-CG 29-OTT-19 16:35 NNNN


Sicurezza: protesta poliziotti sotto prefettura Firenze Sindacato Coisp per dignita’ forze ordine. Leghisti partecipano
(ANSA) – FIRENZE, 29 OTT – I poliziotti del sindacato Coisp di Firenze hanno aderito alla manifestazione nazionale con un presidio, questa mattina, sotto la prefettura del capoluogo.  “Manifestiamo – hanno spiegato – per la dignita’, l’incolumita’ ed il riconoscimento della professionalita’ dei poliziotti”. Il sindacato chiede che gli agenti siano “tutelati dallo Stato”, che abbiano “un contratto di lavoro correlato ai rischi della professione, il pagamento del lavoro svolto, e un equipaggiamento che ne salvaguardi al meglio l’incolumita’”. Tiziano Moretti segretario Coisp di Firenze ha spiegato che  “insieme ai colleghi di tutta Italia stiamo manifestando il disappunto nei confronti dell’attuale Governo che nuovamente ci ha deriso, non ha stanziato fondi. Ci vediamo ridimensionati nei mezzi perche’ le vetture non bastano, i reparti mobili non hanno  adeguate protezioni, i mezzi hanno oltre 300mila chilometri e sono circa due anni che non percepiamo gli straordinari in  eccedenza”. Al presidio del sindacato di polizia ha partecipato anche la capogruppo della Lega in Consiglio regionale, Elisa Montemagni, con rappresentanti del partito in consiglio comunale e metropolitano perche’, ha spiegato, “noi siamo dalla parte delle forze dell’ordine. E’ giusto che siano a protestare perche’ sono visti come l’ultima ruota del carro quando invece sono fondamentali per la sicurezza e per lo svolgimento regolare della nostra vita”.(ANSA).


Polizia: Zinzi, al fianco di protesta in divisa
(ANSA) – NAPOLI, 29 OTT – Il consigliere regionale Giampiero Zinzi esprime solidarieta’ ai poliziotti del Coisp (Coordinamento per l’ indipendenza sindacale della Polizia), che oggi hanno manifestato in tutta Italia. “La forza di un Governo si misura anche dall’attenzione che riserva a chi garantisce la nostra sicurezza – afferma Zinzi –  Non comprenderne le esigenze, peraltro legittime, significa non dare il giusto peso al comparto sicurezza che invece e’ fondamentale nel nostro Paese e le ultime vicende di cronaca lo dimostrano. Senza contare il costante impegno a cui sono chiamati nell’ambito del contrasto al fenomeno della Terra dei Fuochi”.
“Sono al fianco del Sindacato di Polizia Coisp, in questa come in altre iniziative analoghe che vorra’ intraprendere – conclude il consigliere regionale – perche’ sia riconosciuto l’adeguato valore e le giuste garanzie ai nostri uomini e donne in divisa”.


Campania: Zinzi (misto), solidarieta’ alla Polizia. Sicurezza non e’ priorita’ del Governo
Napoli, 29 ott – (Nova) – “La forza di un Governo si misura anche dall’attenzione che riserva a chi garantisce la nostra sicurezza. Gli uomini e le donne delle forze dell’ordine lavorano quotidianamente, con risorse limitate e spesso mettendo a rischio la propria vita per proteggere la nostra. Non comprenderne le esigenze, peraltro legittime, significa non dare il giusto peso al comparto sicurezza che invece e’ fondamentale nel nostro Paese e le ultime vicende di cronaca lo dimostrano. Senza contare il costante impegno a cui sono chiamati nell’ambito del contrasto al fenomeno della Terra dei Fuochi. Sono al fianco del Sindacato di Polizia Coisp, in questa come in altre iniziative analoghe che vorra’  intraprendere perche’ sia riconosciuto l’adeguato valore e le giuste garanzie ai nostri uomini e donne in divisa”. Cosi’ in una nota il consigliere regionale campano del  gruppo misto Gianpiero Zinzi intervenendo a sostegno della manifestazione organizzata dal Sindacato di Polizia dinanzi alla Prefettura. (Ren)


Sicurezza, Coisp: Poliziotti costretti a piazza per farsi ascoltare
Milano, 29 ott. (LaPresse) – “Per la polizia è impensabile scendere in piazza, eppure oggi siamo costretti a essere qui per denunciare la grave mancanza di attenzione del governo e della politica nei nostri confronti”. Così Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di polizia Coisp che oggi sta manifestando a Roma, in piazza Montecitorio, e in altre 50 città italiane per sollecitare risposte alle richieste del comparto sicurezza. “In un Paese civile – ha proseguito Pianese – non è accettabile che chi aggredisce le forze dell’ordine abbia la consapevolezza di farla franca: servono norme chiare a tutela dei poliziotti e va fatto rispettare il principio di certezza perché i criminali devono essere assicurati alle patrie galere. Quanto al riconoscimento del nostro lavoro, dopo 10 anni che non vengono ritoccati i nostri stipendi e con migliaia di ore di straordinario non ancora pagate, non possiamo essere soddisfatti dai 40 euro in più al mese annunciati dal premier Conte. In questa piazza, come davanti alle prefetture di tutta Italia, chiediamo perciò un impegno serio nella prossima manovra, perché è quasi immorale che gli agenti debbano subire questo trattamento”, ha concluso Pianese.


Sicurezza: De Corato, solidarieta’ a uomini e donne della Polizia
Milano, 29 ott – (Nova) – L’assessore alla sicurezza, polizia locale ed immigrazione di Regione Lombardia, Riccardo De Corato, in una nota esprime “vicinanza e solidarieta’ agli uomini e alle donne della Polizia di Stato che oggi hanno manifestato davanti a diverse sedi istituzionali in Italia e alla Prefettura di Milano il loro dissenso”. “Sostengo le motivazioni che stanno alla base di questa iniziativa che riguardano, tra le altre cose, il rinnovo del contratto, il lavoro straordinario eccedente il monte ore mensile, il mancato stanziamento di risorse economiche per l’equipaggiamento e la non previsione di  stanziamenti aggiuntivi per l’area negoziale autonoma per i dirigenti di Polizia di Stato”, spiega De Corato. “Oltre a questo – continua – non e’ stata data, come riporta il coordinamento per l’indipendenza sindacale delle forze di polizia (Coisp), alcuna garanzia per quanto riguarda l’introduzione di leggi che non consentano di restare impuniti a chi aggredisce, offende o minaccia gli appartenenti alle forze dell’ordine e l’adozione di idonei correttivi legislativi che rendano certa l’espiazione della pena impedendo a criminali gia’ condannati in via definitiva di continuare a delinquere. Due questioni fondamentali sulle quali anche io ho spesso posto e pongo l’attenzione”. “Gli uomini e le donne in divisa – conclude l’assessore – sono costretti ormai da tempo a lavorare sotto organico. Tant’e’ che nel 2017 lo stesso capo della Polizia, Franco Gabrielli, denunciava che la Polizia era sotto organico del 15 per cento”. (com)


Sicurezza, vigili del fuoco: Vicinanza a forze dell’ordine in piazza
Milano, 29 ott. (LaPresse) – Il presidente di Filp Anppe vigili del fuoco Fernando Cordella insieme al segretario generale Cesira Cruciani, “esprimono tutta la vicinanza alle forze dell’ordine del sindacato Coisp e Mosap che questa mattina hanno manifestato a Roma, in piazza Montecitorio  e in diverse piazze d’Italia per la mancanza in manovra di stanziamenti adeguati per il comparto sicurezza”. Si legge in una nota del sindacato dei vigili del fuoco.“Come inadeguato”, dichiarano Cordella e Cruciani, “è lo stanziamento economico per l’avvio dell’allineamento dei vigili del fuoco alle altre forze di polizia proposto nella riunione della scorsa settimana con il presidente Giuseppe Conte e il ministro dell’Interno Lamorgese”.“La sicurezza del Paese deve essere considerata una priorità e affrontata con attenzione, non è possibile continuare con la politica delle mancette a donne e uomini, poliziotti e vigili del fuoco, che rischiano quotidianamente la vita per salvaguardare quella degli altri”, concludono Cordella e Cruciani. POL NG01 mad

I Tweet dei Parlamentari

I post su Facebook


 

Il Giornale
Poliziotti contro la “mancia” del governo: “La sicurezza dei cittadini è a rischio”

Secolo d’Italia
La polizia in piazza contro le offese del governo giallo-rosso: «Costretti a protestare»

TG3 Puglia
Gli agenti non ci stanno: “Ormai siamo una Polizia geriatrica”

Agrigento
https://www.agrigentooggi.it/polizia-di-stato-coisp-pochi-i-fondi-destinati-al-rinnovo-del-contratto-del-comparto-sicurezza/

Alessandria
https://www.lastampa.it/alessandria/2019/10/29/news/alessandria-la-protesta-dei-poliziotti-scesi-in-piazza-mancano-agenti-e-l-eta-media-e-sempre-piu-alta-1.37804552

https://radiogold.it/video/politica/poliziotti-contro-finanziaria-coisp-assunzioni-bloccate-salari-fermi-2009-204356/

Ancona

http://coisp.it/wp-content/uploads/attivita-territoriale/2019/31.10.2019-Resto-del-Carlino-Ancona.jpg

Arezzo
https://www.arezzotv.net/notizie/cronaca-news/21166-sit-in-di-protesta-dei-poliziotti-poche-risorse-in-gioco-la-sicurezza-di-tutti.html

Bari
https://www.baritoday.it/cronaca/protesta-poliziotti-coisp-prefettura-bari.html

https://www.bariviva.it/notizie/agenti-di-polizia-in-sit-in-a-bari-il-governo-non-ha-mantenuto-le-promesse/

Bergamo
https://www.ecodibergamo.it/videos/video/protesta-polizia-bedolis_1042807_44/?src=sociallist_col_dx

Brindisi
https://www.canale85.it/tag/coisp/

http://www.brindisireport.it/cronaca/mancanza-risorse-destinazione-comparto-sicurezza-protesta-poliziotti-brindisi.html

http://www.brundisium.net/index.php/manifestazione-coisp-bozzetti-attenzione-al-tema-sicurezza-deve-rimanere-alta-gia-impegno-del-governo/

Campobasso

Servizio Telemolise del 29 Ottobre (edizione delle 14:00)

Servizio Teletrigno

https://quotidianomolise.com/poliziotti-in-piazza-il-governo-salvaguardi-i-nostri-diritti-rischiamo-la-vita-ogni-giorno/

Catanzaro
http://www.giornaledicalabria.it/?p=128891

https://www.lanuovacalabria.it/i-sindacati-di-polizia-in-piazza-vogliamo-essere-tutelati-dal-governo-video/

https://calabria7.it/coisp-in-piazza-contro-presa-in-giro-del-governo/

Cosenza
https://lacnews24.it/economia-e-lavoro/cosenza-protesta-sindacato-polizia-coisp_102293/

https://cosenza.gazzettadelsud.it/articoli/politica/2019/10/29/sicurezza-a-cosenza-manifestano-i-sindacati-di-polizia-9d2b5977-3846-40e6-80e5-e8accc22cd1a/

Campobasso
https://quotidianomolise.com/poliziotti-in-piazza-il-governo-salvaguardi-i-nostri-diritti-rischiamo-la-vita-ogni-giorno/

http://telemolise.com/view.php?idfilmato=34048224529102019095513&tipo=tg

Cremona
https://www.cremonaoggi.it/2019/10/29/la-protesta-del-sindacato-polizia-coisp-non-ci-risorse-rischio-la-sicurezza

Firenze
https://www.piananotizie.it/gandola-e-giovannini-sostegno-alla-manifestazione-del-sindacato-di-polizia-coisp/

https://www.gonews.it/2019/10/29/manifestazione-coisp-gandola-pieno-sostegno

http://met.provincia.fi.it/news.aspx?n=300225

Lecce
https://www.corrieresalentino.it/2019/10/il-coisp-manifesta-di-fronte-alla-prefettura-di-lecce-intervista-al-coordinatore-regionale-ragusa/

https://www.leccenews24.it/attualita/manifestazione-polizia-lecce-29-ottobre-2019.htm

Lecco

Rassegna

https://www.leccoonline.com/articolo.php?idd=48153&origine=1&t=Zamperini+e+Fidenza%3A+solidariet%26agrave%3B+ai+poliziotti+del+COISP

https://giornaledilecco.it/attualita/gli-agenti-lecchesi-manifestano-per-la-dignita-dei-poliziotti-foto/

https://www.leccotoday.it/attualita/polizia-protesta-volantini.html

https://lecconotizie.com/societa/lecco-societa/il-sindacato-di-polizia-servono-risorse-e-leggi-per-tutelare-gli-agenti/

Napoli
https://www.ottopagine.it/na/attualita/198093/coisp-in-piazza-zinzi-solidarieta-alla-polizia.shtml

https://www.appiapolis.it/2019/10/29/coisp-in-piazza-zinzi-solidarieta-alla-
polizia-sicurezza-non-e-priorita-di-questo-governo/

Pescara
https://www.ilpescara.it/attualita/protesta-sindacato-polizia-coisp-poliziotti-29-ottobre.html

http://www.rete8.it/cronaca/409-pescara-mobilitazione-coisp-la-sicurezza-e-un-bene-di-tutti/

Palermo
https://palermo.repubblica.it/cronaca/2019/10/29/news/palermo_i_poliziotti_scendono_in_piazza_pochi_uomini_e_mezzi-239833022/?fbclid=IwAR0RWeExzLDFzCgFf
CqvgiYEm3yOMfsEnx4ZGRFJw7q3uZcfDXHNel1RqPE

http://www.mondopalermo.it/news/palermo-i-poliziotti-scendono-in-piazza-pochi-uomini-e-mezzi/

https://cefalunews.org/2019/10/30/palermo-i-poliziotti-scendono-in-piazza-pochi-uomini-e-mezzi/

Pistoia
http://www.valdinievoleoggi.it/a78520-sindacato-polizia-coisp-nuovo-commissariato-solo-a-gennaio-e-servono-piu-agenti-per-il-nostro-territorio.html

Reggio Calabria
https://www.reggiotoday.it/cronaca/prefettura-protesta-coisp-polizia-.html

http://www.strettoweb.com/foto/2019/10/reggio-calabria-cisp-piazza-italia-poliziotti/917371/

http://www.ecodellalocride.it/news/rc-poca-attenzione-nei-confronti-dei-poliziotti-il-coisp-manifesta-a-piazza-italia-contro-il-governo/

https://www.citynow.it/reggio-delegazione-coisp-piazza-italia-tagli-governo/

Reggio Emilia
https://nextstopreggio.it/fondi-alla-polizia-di-stato-solo-una-mancetta-a-rischio-sicurezza-dei-cittadini-il-coisp-di-reggio-alla-mobilitazione-nazionale/

https://www.sassuolo2000.it/2019/10/29/coisp-di-reggio-emilia-circa-la-mobiitazione-nazionale-della-categoria/

Taranto
https://www.tarantobuonasera.it/news/77020/sit-in-degli-agenti-del-coisp-sotto-la-prefettura-di-taranto/

Treviso
https://www.trevisotoday.it/attualita/treviso-coisp-manifestazione-polizia-29-ottobre-2019.html

Mantova
https://mantovauno.it/home-page/il-coisp-protesta-e-chiede-dignita-e-incolumita-per-i-poliziotti/

https://vocedimantova.it/cronaca/piu-dignita-professionale-per-i-poliziotti-il-sindacato-coisp-scende-in-piazza/

Pisa
https://iltirreno.gelocal.it/pisa/cronaca/2019/10/29/news/i-poliziotti-protestano-davanti-alla-prefettura-1.37806426

Potenza
https://www.trmtv.it/home/economia/2019_10_29/215343.html

Salerno
https://www.tvoggisalerno.it/tag/coisp/

https://www.radioalfa.fm/mobilitazione-nazionale-sindaco-polizia-coisp-presidio-in-prefettura-a-salerno-lintervista/

https://www.telecolore.it/sciopero-degli-agenti-di-polizia-anche-a-salerno-per-stanziamenti-contratto-ed-organico/

Trieste
https://www.telefriuli.it/cronaca/picchetto-a-trieste-gli-agenti-chiedono-mggiori-tutele/2/199376/art/

https://youtu.be/13G8WKbje14

https://video.ilpiccolo.gelocal.it/locale/trieste-protesta-del-sindacato-di-polizia-coisp-sotto-la-prefettura/117635/118103