Manovra: poche risorse per Polizia. Appello a forze politiche e mobilitazione nazionale – Comunicato stampa e Agenzie

468

Manovra: poche risorse per Polizia, Coisp lancia appello a forze politiche e mobilitazione nazionale

“Il confronto con il premier Conte e con il Ministro dell’Interno Lamorgese ha portato poche garanzie rispetto alle esigenze del personale della Polizia di Stato. Stiamo continuando a subire umiliazioni economiche e professionali ed è proprio per questo che, il prossimo 29 ottobre, manifesteremo il nostro dissenso con una mobilitazione in tutte le città italiane”. Così Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp, in seguito all’incontro di ieri sera a Palazzo Chigi.
“Abbiamo chiesto leggi che non consentano a chi aggredisce o minaccia gli agenti delle Forze dell’Ordine di restare impunito e il rispetto del principio di certezza della pena; abbiamo sollecitato risorse adeguate per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro, per il riordino delle carriere e per la remunerazione del lavoro straordinario che i poliziotti hanno svolto dall’inizio dell’anno e che non è ancora stato pagato. È necessario, inoltre, dotare tutti gli agenti di un equipaggiamento adeguato che preveda pistole elettriche, giubbotti sottocamicia antiproiettile e antilama, appropriate protezioni per i servizi di ordine pubblico. Quello che lanciamo oggi è un appello al governo e a tutte le forze politiche del Paese: la sicurezza dei cittadini deve essere una delle priorità dello Stato e deve essere condivisa in maniera bipartisan. Le istituzioni non possono più far finta di niente di fronte a questa emergenza” conclude.

Le Agenzie

Manovra:Coisp, poche risorse per Ps, mobilitazione nazionale
(ANSA) – ROMA, 24 OTT – “Il confronto con il premier Conte e con il ministro dell’Interno Lamorgese ha portato poche garanzie rispetto alle esigenze del personale della Polizia. Stiamo continuando a subire umiliazioni economiche e professionali”. E’ quanto afferma il segretario del COISP Domenico Pianese dopo l’incontro di ieri sera a palazzo Chigi tra il presidente del consiglio e i sindacati del comparto sicurezza annunciando per il 29 ottobre “una mobilitazione in tutte le citta’ italiane” “Abbiamo chiesto leggi che non consentano a chi aggredisce o minaccia gli agenti delle forze dell’ordine di restare impunito e il rispetto del principio di certezza della pena – aggiunge Pianese – abbiamo sollecitato risorse adeguate per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro, per il riordino delle carriere e per la remunerazione del lavoro straordinario che i poliziotti hanno svolto dall’inizio dell’anno e che non e’ ancora stato pagato”. Ed inoltre “e’ necessario dotare tutti gli agenti di un equipaggiamento adeguato che preveda pistole elettriche, giubbotti sottocamicia antiproiettile e antilama, appropriate protezioni per i servizi di ordine pubblico”. La sicurezza la sicurezza dei cittadini, conclude il COISP “deve essere una delle priorita’ dello Stato e deve essere condivisa in maniera bipartisan. Le istituzioni non possono piu’ far finta di niente di fronte a questa emergenza”.(ANSA). COM-GUI 24-OTT-19 17:31 NNNN

Manovra, Coisp: poche risorse per la Polizia Appello a tutte le forze politiche
Roma, 24 ott. (askanews) – “Il confronto con il premier Conte e con il Ministro dell’Interno Lamorgese  ha portato poche garanzie rispetto alle esigenze del personale della Polizia di Stato. Stiamo continuando a subire umiliazioni economiche e professionali ed è proprio per questo che, il prossimo 29 ottobre, manifesteremo il nostro dissenso con una mobilitazione in tutte le città italiane”. Così Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp, in seguito all’incontro a Palazzo Chigi. “Abbiamo chiesto leggi che non consentano a chi aggredisce o minaccia gli agenti delle Forze dell’Ordine di restare impunito e il rispetto del principio di certezza della pena; abbiamo sollecitato risorse adeguate per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro, per il riordino delle carriere e per la remunerazione del lavoro straordinario che i poliziotti hanno svolto dall’inizio dell’anno e che non è ancora stato pagato. È necessario, inoltre, dotare tutti gli agenti di un equipaggiamento adeguato che preveda pistole elettriche, giubbotti sottocamicia antiproiettile e antilama, appropriate protezioni per i servizi di ordine pubblico. Quello che lanciamo oggi è un appello al governo e a tutte le forze politiche del Paese: la sicurezza dei cittadini deve essere una delle priorità dello Stato e deve essere condivisa in maniera bipartisan. Le istituzioni non possono più far finta di niente di fronte a questa emergenza”, conclude Pianese.

MANOVRA: POCHE RISORSE PER POLIZIA, COISP LANCIA APPELLO A FORZE POLITICHE E MOBILITAZIONE NAZIONALE
(AGENPARL) – gio 24 ottobre 2019 e mobilitazione nazionale *
“Il confronto con il premier Conte e con il Ministro dell’Interno Lamorgeseha portato poche garanzie rispetto alle esigenze del personale della Polizia di Stato. Stiamo continuando a subire umiliazioni economiche e professionali ed è proprio per questo che, il prossimo 29 ottobre, manifesteremo il nostro dissenso con una mobilitazione in tutte le città italiane”. Così Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp, in seguito all’incontro di ieri sera a Palazzo Chigi. “Abbiamo chiesto leggi che non consentano a chi aggredisce o minaccia gli agenti delle Forze dell’Ordine di restare impunito e il rispetto del principio di certezza della pena; abbiamo sollecitato risorse adeguate per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro, per il riordino delle carriere e per la remunerazione del lavoro straordinario che i poliziotti hanno svolto dall’inizio dell’anno e che non è ancora stato pagato. È necessario, inoltre, dotare tutti gli agenti di un equipaggiamento adeguato che preveda pistole elettriche, giubbotti sottocamicia antiproiettile e antilama, appropriate protezioni per i servizi di ordine pubblico. Quello che lanciamo oggi è un appello al governo e a tutte le forze politiche del Paese: la sicurezza dei cittadini deve essere una delle priorità dello Stato e deve essere condivisa in maniera bipartisan. Le istituzioni non possono più far finta di niente di fronte a questa emergenza” conclude.

MANOVRA, COISP: POCHE RISORSE PER POLIZIA
(9Colonne) Roma, 24 ott – “Il confronto  con il premier Conte e con il Ministro dell’Interno Lamorgese ha portato poche garanzie rispetto alle esigenze  del personale della Polizia di Stato. Stiamo continuando a subire umiliazioni economiche e professionali  ed è proprio per questo che, il prossimo 29 ottobre, manifesteremo il nostro dissenso con una mobilitazione
in tutte le città italiane”. Così Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia COISP,  in seguito all’incontro di ieri sera a Palazzo Chigi. “Abbiamo chiesto leggi che non consentano  a chi aggredisce o minaccia gli agenti delle Forze dell’Ordine di restare impunito e il rispetto del principio  di certezza della pena; abbiamo sollecitato risorse adeguate per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro,  per il riordino delle carriere e per la remunerazione del lavoro straordinario che i poliziotti hanno  svolto dall’inizio dell’anno e che non è ancora stato pagato. È necessario, inoltre, dotare tutti gli agenti  di un equipaggiamento adeguato che preveda pistole elettriche, giubbotti sottocamicia antiproiettile e antilama,  appropriate protezioni per i servizi di ordine pubblico. Quello che lanciamo oggi è un appello al governo  e a tutte le forze politiche del Paese: la sicurezza dei cittadini deve essere una delle priorità dello Stato  e deve essere condivisa in maniera bipartisan. Le istituzioni non possono più far finta di niente di fronte  a questa emergenza” conclude. (red)

Legge Bilancio: Pianese (Coisp), poche risorse per Polizia, mobilitazione nazionale
Roma, 24 ott – (Nova) – Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp, in merito all’incontro  di ieri sera a palazzo Chigi, sulla legge di Bilancio, scrive in una nota che “il confronto con il premier Conte  e con il ministro dell’Interno Lamorgese ha portato poche garanzie rispetto alle esigenze del personale della Polizia di Stato.
Stiamo continuando a subire umiliazioni economiche e professionali ed e’ proprio per questo che, il prossimo 29 ottobre,  manifesteremo il nostro dissenso con una mobilitazione in tutte le citta’ italiane. Abbiamo chiesto leggi che non consentano  a chi aggredisce o minaccia gli agenti delle Forze dell’ordine di restare impunito e il rispetto del principio di certezza  della pena; abbiamo sollecitato risorse adeguate”, aggiunge l’esponente sindacale, “per il rinnovo del contratto nazionale  di lavoro, per il riordino delle carriere e per la remunerazione del lavoro straordinario che i poliziotti hanno svolto  dall’inizio dell’anno e che non e’ ancora stato pagato. E’ necessario, inoltre, dotare tutti gli agenti di un equipaggiamento  adeguato che preveda pistole elettriche, giubbotti sottocamicia antiproiettile e antilama, appropriate protezioni  per i servizi di ordine pubblico. Quello che lanciamo oggi e’ un appello al governo e a tutte le forze politiche del Paese: la sicurezza dei cittadini”, conclude Pianese, “deve essere una delle priorita’ dello Stato e deve essere condivisa  in maniera bipartisan. Le istituzioni non possono piu’ far finta di niente di fronte a questa emergenza”. (Com) NNNN

Manovra, Coisp a forze politiche: Poche forze per la Polizia
Milano, 24 ott. (LaPresse) – “Il confronto con il premier Conte  e con il Ministro dell’Interno Lamorgese ha portato poche garanzie rispetto alle esigenze del personale della Polizia di Stato.  Stiamo continuando a subire umiliazioni economiche e professionali ed è proprio per questo che, il prossimo 29 ottobre,  manifesteremo il nostro dissenso con una mobilitazione in tutte le città italiane”. Così Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp, in seguito all’incontro di ieri sera a Palazzo Chigi.”Abbiamo chiesto leggi  che non consentano a chi aggredisce o minaccia gli agenti delle Forze dell’Ordine di restare impunito – ha aggiunto il Coisp –  e il rispetto del principio di certezza della pena; abbiamo sollecitato risorse adeguate per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro, per il riordino delle carriere e per la remunerazione del lavoro straordinario che i poliziotti hanno svolto  dall’inizio dell’anno e che non è ancora stato pagato. È necessario, inoltre, dotare tutti gli agenti di un equipaggiamento  adeguato che preveda pistole elettriche, giubbotti sottocamicia antiproiettile e antilama, appropriate protezioni per i servizi  di ordine pubblico. Quello che lanciamo oggi è un appello al governo e a tutte le forze politiche del Paese: la sicurezza  dei cittadini deve essere una delle priorità dello Stato e deve essere condivisa in maniera bipartisan. Le istituzioni non possono  più far finta di niente di fronte a questa emergenza” conclude. POL LOM bdr 241240 OTT 19

SCARICA LA RASSEGNA IN PDF