Manganelli promette premi ad Agenti virtuosi. Il Coisp: La Polizia non è un reality!!

261

Manganelli promette premi ad Agenti virtuosi

Il Coisp: “La Polizia non è un reality! Perché invece di fare il pubblicitario non ci garantisce ciò che ci spetta e che ci è necessario per lavorare? Siamo sconcertati”

“Ogni ora che passa siamo sempre più sconcertati dalle parole di Antonio Manganelli, Capo della Polizia sulla carta e, forse, nella sua mente, ma non nei fatti. Non credevamo possibile che potesse offendere e calpestare ancora di più la dignità di migliaia di Uomini e Donne, ma ci è riuscito, tentando di comprarne il consenso con becere promesse di contentini, come in un assurdo gioco a premi, e sperando che ciò possa coprire lo squallore del comportamento nei loro confronti. Così un simpatico gruppo di esperti si metterà a gustarsi in poltrona le scene dei colleghi massacrati per la strada, con il pop corn in una mano e la palettina dei voti nell’altra e, alla fine, i fortunati colleghi rimasti vivi e che risultano più fotogenici riceveranno nientemeno che una ricompensa!! Proponiamo un fantasticoset di pronto soccorso in vista del nuovo, immancabile massacro che subiranno alla prossima manifestazione! Che schifo… Le botte prese in strada dai colleghi non sono scene di una fiction e la Polizia di Stato non è un Corpo fatto di attorucoli da quattro soldi, né di partecipanti ad un reality show!”

Un sempre più inviperito Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp – il Sindacato Indipendente di Polizia, tuona questa volta contro le dichiarazioni del Capo della Polizia,Antonio Manganelli che, soprattutto in vista della “preoccupante” giornata di domani a Roma, che sarà costellata di manifestazioni di piazza di Cobas, studenti e Casa Pound, mentre il personale dei Reparti mobili sta chiedendo un giorno di ferie per non partecipare ai servizi di ordine pubblico, ha annunciato di voler destinare ricompense ai Poliziotti che si sono distinti per correttezza durante i servizi dei giorni scorsi. Manganelli, che ha promesso “punizioni” per gli Agenti che avessero commesso “errori ed abusi”, ha annunciato di aver insediato un gruppo di lavoro per esaminare i filmati sulle manifestazioni che hanno scatenato polemiche violente contro le Forze dell’Ordine – nonostante molti tra le loro fila siano rimasti feriti -, spiegando che l’obiettivo è premiare “quei Poliziotti che hanno saputo sviluppare le sensibilità che consentono ogni giorno in Italia di manifestare per la difesa dei propri diritti e delle proprie idee”.

“Siamo incredibilmente curiosi– incalza Maccari –di sapere come Manganelli intenda premiare i Poliziotti… Bamboline? Caramelle? Aspirine? Soldi? Perché il bilancio dello Stato non gli consentirà di ricompensarli tutti. Sì, TUTTI. Perché tutti quelli che scendono in strada, mal equipaggiati e con lo stomaco attorcigliato dalla rabbia e dall’ansia di venire bersagliati sempre da tutti, Vertici dell’Amministrazione compresi, e di essere comunque additati o come incompetenti che si girano dall’altra parte o come picchiatori incalliti, tutti, ma proprio tutti, egregio signor Capo della Polizia, lo fanno, usando esattamente le sue parole, per ‘consentire OGNI GIORNO in Italia di manifestare per la difesa dei propri diritti e delle proprie idee’. Tutti, ogni giorno, ogni giorno, ogni giorno… Mentre Lei se ne sta seduto in poltrona a pontificare contro li loro per assecondare inaccettabili vessazioni, offese ed attacchi contro chi porta la divisa… Mentre i suoi ‘esperti’ pensano di poter valutare quanto sono bravi a prendere bastonate e calci e pugni e quant’altro”.

“Restiamo allibiti da tanta cinica superficialità –non si placa il Segretario del Coisp -. Siamo atterriti da questo comportamento degno di un pubblicitario di quart’ordine, che ci considera come accaniti fans del Grande fratello tanto da avere il cervello in pappa. Invece di proporre premi per ciò che tutti i colleghi fanno da sempre, alimentando ed insinuando irresponsabilmente lo schifoso pensiero che ci siano Poliziotti di serie A e di serie B, nel ridicolo tentativo di suscitare anche una qualche forma di competizione malata tra i colleghi che dovrebbero restare abbagliati dal miraggio dei suoi inutili contentini, perché mai – chiede in conclusione Maccari – Manganelli non si preoccupa garantirgli quanto spetta loro? Mezzi e compensi adeguati, servizi e turni sopportabili, protezione della salute e rispetto della dignità. Gli Operatori del Comparto Sicurezza in Italia sono i peggio messi di tutta Europa, e il Capo della Polizia cosa fa? Spera di metterli a tacere promettendo un misero portachiavi a uno o due di quelli che tornano a casa con le ossa spaccate… Ma come trova il coraggio di presentarsi ancora in pubblico?”

http://www.universy.it/2012/11/manganelli-promette-premi-ad-agenti-virtuosi/

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here