Incontro di calcio Avezzano-Cesena, grave carenza del dispositivo di ordine pubblico

272
Reparto Mobile
Reparto Mobile

Prot.757/18 S.N.                                                                  Roma, 24 settembre 2018

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO PER LE RELAZIONI SINDACALI


Incontro di calcio Avezzano-Cesena, grave carenza del dispositivo di ordine pubblico. Problematiche.

 

Condividendone appieno i contenuti, che questa Segreteria Nazionale fa propri, si trasmette l’unita lettera della nostra Segreteria Provinciale di Napoli con la quale si denuncia la grave carenza del dispositivo di ordine pubblico predisposto in occasione dell’incontro di calcio svoltosi ad Avezzano (AQ) il 15 settembre scorso, tra la squadra casalinga e quella del Cesena.
A fronte di circa 500 tifosi in arrivo da Cesena, di cui almeno 150 ultras, ed un numero considerevole di tifosi e ultras locali, è stata richiesta la presenza di solo 20 operatori del Reparto Mobile di Napoli i quali già prima dell’inizio della partita hanno dovuto fronteggiare i tentativi delle tifoserie di entrare in contatto tra di loro, poi il tentativo di invadere il terreno di gioco e infine, al termine della partita, sono anche stati oggetto di attacchi diretti nei loro confronti.
Il risultato è stato di quattro agenti feriti che sono stati medicati e refertati presso l’ospedale di Avezzano mentre altri si sono riservati di farlo al rientro in sede a Napoli.
A fronte di norme che obbligano l’Amministrazione ad impiegare gli operatori delle Forze di Polizia con un numero in percentuale adeguato a quello presunto dei tifosi, nella predisposizione del servizio di o.p. in occasione della partita Avezzano-Cesena è emersa una chiara incapacità da parte di chi doveva assolvere quegli obblighi.
Codesto Ufficio vorrà intervenire presso i competenti settori del Dipartimento affinché la suddetta grave inadeguatezza non si ripeta più in futuro. Diversamente sarebbe opportuno che a rischiare sul campo vadano anche coloro che da dietro una scrivania hanno operato con evidente noncuranza di quelli che – come nel caso di specie era evidente – sarebbero stati i possibili rischi.
In attesa di cortese urgente riscontro, l’occasione è gradita per inviare i più Cordiali Saluti.

La Segreteria Nazionale del COISP

LEGGI LA LETTERA IN FORMATO PDF