III Reparto Mobile di Milano – Il Dipartimento non ha 1.800 euro per acquistare il materiale necessario ai Poliziotti per assolvere ai propri compiti

832

Roma, 2 maggio 2019

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO PER LE RELAZIONI SINDACALI

OGGETTO: III Reparto Mobile di Milano – Il Dipartimento non ha 1.800 euro per acquistare il materiale necessario ai Poliziotti per assolvere ai propri compiti

Con note del 12.2.2019 e del 4.3.2019, rispettivamente indirizzate al Servizio Tecnico-Logistico e Patrimoniale per la Lombardia e l’Emilia Romagna ed alla Prefettura di Milano, la Direzione del III Reparto Mobile di Milano ha formulato una “richiesta di fabbisogno per spese ordinarie e non procrastinabili” e la conseguente autorizzazione alla spesa per l’acquisto del materiale per un operatore esperto di corda e per una integrazione di materiale per gli operatori già equipaggiati nell’anno 2018, per un importo complessivo di € 1.823,60 iva compresa.
In risposta, con nota del 12 aprile u.s., la Direzione Centrale dei Servizi Tecnico-Logistici e della Gestione Patrimoniale, interessata dalla citata Prefettura, ha comunicato che la necessità rappresentata dal III Reparto Mobile non potrà essere soddisfatta “a causa delle scarse risorse finanziarie”.
In buona sostanza, sembrerebbe che la somma di € 3.416.667, disponibile per il 2019
nel Capitolo 2681/3 (indicato nella nota della citata Direzione Centrale), sarebbero insufficienti a consentire quella spesa di appena € 1.823,60 richiesta per l’acquisto di materiale ritenuto indispensabile per lo svolgimento del servizio di alcuni operatori di Polizia.
Viene allora da chiedersi: come sono stati spesi, nel dettaglio, tali 3milioni e 416mila euro?
Codesto Ufficio è pregato di voler intervenire sulla questione, garantendo che i competenti
settori del Dipartimento riescano a racimolare quei miseri 1.800 euro che potrebbero anche risultare indispensabili per salvare una vita umana.
Si attende cortese urgente riscontro.

La Segreteria Nazionale del COISP

SCARICA QUESTA NOTA IN FORMATO PDF