Firmato l’accordo per il pagamento del Fondo per l’efficienza dei servizi istituzionali 2018

8907

Si è appena concluso, presso la sala “Consiglio” del Gabinetto del Ministro, alla presenza del Ministro dell’Interno, Sen. Matteo Salvini, del Sottosegretario agli Interni, On. Nicola
Molteni, del Capo della Polizia, Pref. Franco Gabrielli, e del Capo di Gabinetto del Ministro,
Prefetto Matteo Piantedosi, l’incontro per la sottoscrizione dell’accordo per l’utilizzo delle
risorse previste dal Fondo per l’efficienza dei servizi istituzionali (FESI) per l’anno 2018.
Entro la fine del mese di luglio saranno corrisposti i compensi relativi ai seguenti istituti:

– PRODUTTIVITÀ COLLETTIVA = € 4,55 per ogni giorno di presenza ed assenze equiparate;
– REPERIBILITÀ = € 17,50 per turno;
– CAMBI TURNO = € 8,70 per turno;
– SERVIZI DI ALTA MONTAGNA = € 6,40 per turno;
– CAMBI TURNO PER I REPARTI MOBILI = € 50,83 compenso unitario in ratei per ogni mese.

Per quanto riguarda l’emolumento aggiuntivo che verrà corrisposto a chi ha effettuato servizi serali è notturni (dovrebbero essere rispettivamente circa € 4,70 ed € 9,50), rappresentiamo il nostro rammarico perché ne potranno beneficiare solo un numero ristretto di personale e saranno esclusi moltissimi colleghi che sebbene hanno svolto, nel corso del 2018, in orario serale e notturno servizi di vigilanza interni ed esterni, servizi di specialità, servizi infoinvestigativi, etc.. non riceveranno neanche un centesimo dei circa dieci milioni di euro impiegati per detto compenso.

Sin dal primo incontro svoltosi al fine di trovare un’intesa su come distribuire le risorse del
Fondo, la Federazione COISP aveva chiesto, ed ha continuato sempre a farlo con particolare fermezza (!), che le maggiori somme disponibili rispetto al precedente anno venissero utilizzate per compensare il disagio ed il maggiore sacrificio cui sono obbligati TUTTI i colleghi comandati ad effettuare servizi in orario serale e notturno.
La discriminazione che è stata fatta, con l’attribuzione di un compenso solo per alcune
tipologie di servizi, si deve alla ferma volontà degli altri sette sindacati che hanno voluto fare una scelta che consapevolmente escluderà migliaia di Poliziotti da questo emolumento, tra l’altro creando un sistema di attribuzione discutibile e difficilmente attuabile che creerà una disparità di trattamento che rifletterà negativamente sul personale con il rischio di una loro grave disaffezione riguardo i servizi che dovranno svolgere, …. nonché sarà causa di
inevitabili lungaggini. Detto emolumento aggiuntivo, difatti, sarà corrisposto in un momento successivo ed ancora non ben individuato.

Sta adesso a Voi, cari colleghi, valutare l’attività posta in essere dalla Federazione COISP e
quella degli altri sindacati.

Roma, 8 maggio 2019

La Segreteria Nazionale della Federazione COISP

SCARICA QUESTO COMUNICATO
ED IL DOCUMENTO RELATIVO AL FESI 2018
IN FORMATO PDF