Corso di aggiornamento sul trattamento economico del personale dirigente a seguito del riordino – Problematiche

258
Commissari
Commissari

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO PER LE RELAZIONI SINDACALI

OGGETTO: Trattamento economico personale dirigente della Polizia di Stato.
Circolare del 20.2.2018 recante prot. 333-G/riordino 2017/aa.gg.. – Corso di aggiornamento sul trattamento economico della “carriera dei funzionari di Polizia” a seguito del riordino. Problematiche

Con la circolare in oggetto richiamata, la Direzione Centrale per le Risorse Umane ha rappresentato la necessità di organizzare “un ciclo di attività formative, da svolgersi in aula, con la presenza di dirigenti e funzionari del Servizio TEP e Spese Varie, per fornire adeguate informazioni e corrette istruzioni” relativamente alle “innovazioni normative recate dal D.Lgs. 95/2017 e la contemporanea implementazione della procedura di gestione informatizzata dei decreti economici del personale appartenente alla carriera dei funzionari di Polizia”.
A tal fine, quindi, detta Direzione ha invitato i responsabili degli Uffici centrali e periferici del Dipartimento “a comunicare, entro il 23 febbraio 2018, i nominativi del personale che parteciperà alla
predetta attività formativa” significando che “per ciascun ufficio è prevista la partecipazione di una unità fatta eccezione per talune Questure (elencate nella circolare in questione) che potranno
individuare due unità, in ragione del maggior numero di persone amministrate”.
Ciò premesso, alcuni nostri colleghi che prestano servizio presso gli Uffici AmministrativoContabili, con riferimento ai contenuti della ridetta circolare, ci rappresentano la necessità che venga
prevista la partecipazione di due unità per tutti gli Uffici interessati e non solo per alcuni.
Puntualizzano difatti che già in altra occasione, nel mese di ottobre 2014, il Dipartimento, Servizio TEP e Spese Varie, organizzò un corso di formazione inerente gli stipendi, della durata di giorni 3, presso l’Istituto per Ispettori della Polizia di Stato, pretendendo anche in quel caso la partecipazione di una sola unità per Ufficio, fatta eccezione per alcune Questure. Ebbene, in più d’una occasione, il solo operatore che fu inviato all’epoca, al rientro in sede, si ritrovò spiazzato e confuso,
date le molteplici informazioni che venne costretto ad assumere in quel breve tempo.
Successivamente, a gennaio 2015, fu indetto un altro corso di formazione inerente la gestione delle indennità accessori, della durata di giorni 1, presso il Dipartimento prima ed il M.E.F. dopo.
A detto corso di formazione, il Servizio TEP e Spese Varie, evidentemente conscio delle difficoltà incontrate precedentemente, richiese l’invio di due operatori per ogni città. La situazione difatti andò molto meglio, e una volta tornati in sede, collaborando e confrontandosi gli operatori in questione
riuscirono a far partire, seppur anche in quel caso con non poche incertezze, gli invii informatizzati delle competenze accessorie.
L’attività formativa che dovrebbe essere svolta come previsto dalla circolare di cui all’oggetto, e che – alcuni ci riferiscono – dovrebbe svolgersi dal 7 al 9 maggio p.v., va ad operare in un ambito complesso ed estremamente delicato tanto che, anche esaminate tutte le difficoltà incontrate fino ad oggi, pare davvero incomprensibile la pretesa di formare un solo operatore per ogni Questura, mentre è più che opportuno, al fine di scongiurare ulteriori problematiche, che la formazione in argomento venga
effettuata nei confronti di almeno due operatori per ogni Ufficio.
Tutto ciò premesso, codesto Ufficio per le Relazioni Sindacali è pregato di riferire alla Direzione Centrale per le Risorse Umane le perplessità, difficoltà e richieste rappresentate sopra da questa O.S.,finalizzate esclusivamente, sulla base di quanto accaduto in passato e di quanto accade tutt’ora, che si eviti che in futuro il personale della Polizia di Stato in questione debba contare su inadeguate conoscenze da parte di coloro che in primis devono gestire i loro stipendi.

In attesa di cortese riscontro, l’occasione è gradita per inviare i più Cordiali Saluti.

La Segreteria Nazionale del COISP


SCARICA IL DOCUMENTO IN FORMATO PDF