Concorso interno, per titoli, per la copertura di 2.214 posti nella qualifica di Vice Sovrintendente. LA PROCEDURA E’ CORRETTA

2471

Concorso interno, per titoli, per la copertura di 2.214 posti nella qualifica di Vice Sovrintendente. LA PROCEDURA E’ CORRETTA

TALUNI SINDACATI BRAVI A CRITICARE GLI ALTRI MA SONO LORO AD AVERE TOTALE SCONOSCENZA DELLE NORME

Sono più d’uno i sindacati che costantemente impegnano il loro tempo a criticare le altre OO.SS. e a magnificare le proprie virtù. Decine e decine di righe di invettive contro gli altri per nascondere le proprie inefficienze e incapacità … il resto dei loro comunicati a vantare risultati per il raggiungimento dei quali non hanno mai offerto alcun contributo.
I colleghi tuttavia non sono stupidi e sanno bene dove rivolgersi quando hanno dei dubbi, quando hanno necessità di un intervento risolutivo, quando hanno bisogno di far valere i loro diritti.
Relativamente al concorso interno, per titoli, per 2.214 Vice Sovrintendenti, emanato il 27 dicembre u.s., in molti Assistenti Capo ci hanno scritto, preoccupati dagli allarmismi creati da taluni pseudo-sindacalisti.
Beh, tutti tranquilli! La procedura posta in essere nel bando di concorso in argomento è corretta.
È assolutamente falso che a causa del fatto che è ancora in essere un precedente concorso
per il medesimo ruolo sia stato negato a molti Assistenti Capo, che ne avrebbero avuto diritto, di partecipare a quest’ultimo concorso per 2.214 posti, i cui posti riservati per gli Assistenti Capo sono 1.550.
Ve lo spieghiamo bene di seguito ….
La normativa vigente (art. 24-quater del DPR 335/1982) statuisce che “L’accesso alla qualifica iniziale del ruolo dei sovrintendenti della Polizia di Stato avviene, a domanda:
a) nel limite del settanta per cento dei posti disponibili al 31 dicembre di ogni anno, mediante selezione effettuata con scrutinio per merito comparativo e superamento di un successivo corso di formazione professionale, … riservato agli assistenti capo, individuati, in ordine di ruolo, nell’ambito delle domande presentate in un numero non superiore al doppio dei posti disponibili;
b) nel limite del restante trenta per cento dei posti disponibili al 31 dicembre di ogni anno, mediante concorso, espletato anche con modalità telematiche, per titoli ed esame, … e successivo corso di formazione professionale, … riservato al personale del ruolo degli agenti e assistenti che abbia compiuto almeno quattro anni di effettivo servizio.
Attualmente è ancora in svolgimento il concorso interno, per titoli, per le annualità dal 2013 al 2016, per la copertura di 3.286 posti nella qualifica di Vice Sovrintendente, emanato il 30 ottobre 2017.
Dei citati 3.286, i posti riservati agli Assistenti Capo (70%) erano complessivamente 1.971 e vi hanno potuto partecipare 3.942 Assistenti Capo (il doppio dei posti disponibili) individuati, in ordine di ruolo (ovvero i 3.942 più anziani come da ruolino presente su doppiavela … ovvero ancora, quelli che nel ruolino ricoprivano una posizione tra la nr. 1 e la nr. 3.942).

Va da sé che, stante la non conclusione del citato concorso, in assenza di correttivi, avrebbero potuto partecipare a quest’ultimo concorso per 2.214 Vice Sovrintendenti, per la riserva dei posti destinata agli Assistenti Capo (il 70%), i primi 3.100 Assistenti Capo, vale a dire gli stessi (addirittura meno) che avevano potuto partecipare a quello per 3.286 posti.
Ecco quindi – hanno gridato i predetti pseudo-sindacalisti – che anche a questo concorso possono partecipare sempre gli stessi colleghi. È ingiusto e bisogna rimediare – hanno continuato ad urlare – !!
Beh, in realtà le loro urla sono solo espressione di una evidente sconoscenza delle norme …
che evidentemente non hanno affatto contribuito ad emanare, sebbene fino ad ieri dicevano l’esatto contrario.

Ai 1.971 posti riservati agli Assistenti Capo del concorso per 3.286 Vice Sovrintendenti hanno potuto partecipare gli Assistenti Capo che ricoprivano nel ruolo una posizione da 1 a 3.942 (il doppio dei posti messi a concorso); ai 1.550 posti riservati agli Assistenti Capo del concorso per 2.214 Vice Sovrintendenti possono partecipare gli Assistenti Capo che ricoprono nel ruolo una posizione da 1 a 5.071 (sono stati calcolati i 1.971 che diventeranno Vice Sovrintendenti grazie al concorso per 3.286 posti ancora in svolgimento e quindi ad essi sommati il doppio dei posti messi a concorso in quest’ultimo bando per 2.214 posti, ovvero altri 3.100 Assistenti Capo).

Niente di sbagliato, pertanto!

Ciò è stato fatto grazie ad una lettera b-bis) introdotta dopo la lettera b) del comma 1 dell’art. 2 del Decreto Legislativo 29 maggio 2017, n. 95, la quale statuisce che “….possono partecipare gli Assistenti Capo che ricoprono una posizione in ruolo non inferiore a quella compresa entro il doppio dei posti riservati a tale personale, oltre al contingente corrispondente ai posti riservati agli Assistenti Capo relativo ai concorsi già banditi, di cui alle lettere a) e b), qualora per gli stessi concorsi tutti i vincitori non siano già stati immessi nel ruolo dei sovrintendenti”.

Si tratta dei correttivi al Riordino delle Carriere disposti con Decreto legislativo 2 novembre 2018, n. 126, alla cui predisposizione il COISP ha partecipato fattivamente … mentre altri, che dicevano di averli scritti loro, evidentemente né lo hanno fatto né li hanno letti una volta emanati…con la conseguenza che si sono ritrovati ad allarmarsi ed urlare alla luna per problematicheassolutamente inesistenti.

Prima o poi dovrà essere emanata una norma che vieta di improvvisarsi sindacalisti.

Roma, 7 gennaio 2019

La Segreteria Nazionale del COISP

 

SCARICA QUESTO COMUNICATO IN PDF