Concorso interno 436 Vice Commissari del Ruolo Direttivo ad esaurimento. Problematiche

1499

Roma, 4 febbraio 2020

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO PER LE RELAZIONI SINDACALI
c.a. Signor Direttore, Vice Prefetto Maria De Bartolomeis

OGGETTO: Concorso interno, per titoli di servizio, a 436 posti per la nomina alla qualifica di Vice Commissario del Ruolo Direttivo ad esaurimento – Problematiche –
– Richiesta di chiarimenti urgenti e di una doverosa e favorevole determinazione volta
ad ampliare il numero dei vincitori, così da ricomprendere tutti i partecipanti al concorso.
– Trattazione istanze di riesame

Preg.mo Signor Direttore,
con decreto del Capo della Polizia datato 12 aprile 2019, pubblicato nel Bollettino Ufficiale del personale del Ministero dell’Interno, supplemento straordinario n. 1/19 bis del 12 aprile 2019, è stato bandito il concorso interno, per titoli di servizio, a 436 posti per la nomina alla qualifica di Vice Commissario del Ruolo Direttivo ad esaurimento della Polizia di Stato, riservato ai Sostituti Commissario del ruolo degli Ispettori della Polizia di Stato e a coloro che rivestiranno tale qualifica con decorrenza non successiva al 1° gennaio 2019.

Con successivo decreto del Capo della Polizia (n. 333.A-9805.S datato 19 febbraio 2018) è stata delegata al Direttore Centrale per le Risorse Umane la firma dei decreti di approvazione della graduatoria e di dichiarazione dei vincitori dei concorsi per l’accesso ai ruoli della Polizia di Stato, circostanza che si è concretizzata con decreto del 31.10.2019, ove sono stati riportati i nominativi dei vincitori del menzionato concorso, la cui procedura aveva visto i partecipanti selezionati sulla base dei soli titoli la cui indicazione e valutazione è stata definitiva il 15.7.2019 dalla Commissione Esaminatrice del concorso in parola.

Ebbene, con riguardo a detta valutazione, è noto che numerosi sono stati i colleghi, tra quelli risultati idonei ma non vincitori del concorso, che si sono rivolti alla giustizia amministrativa e sono in attesa di giudizio da parte di questa, oppure che hanno avanzato istanza di riesame al Dipartimento della P.S. denunciando errori effettuati nella suddetta valutazione o il possesso di titoli che la Commissione non ha riconosciuto in parte anche a causa della loro mancata trascrizione a matricola da parte dei competenti organi territoriali (quest’ultima è una problematica che riguarda tutti i concorsi interni e sulla quale il Dipartimento ha l’obbligo di agire con particolare urgenza).

Tutto ciò premesso, anche al fine di fornire giusti chiarimenti ai tanti colleghi che ci stanno chiedendo sostegno in queste settimane, si ritiene opportuno che il Dipartimento della P.S. fornisca risposte ai seguenti quesiti tutti:

1)   Quanti sono i Sostituti Commissari vincitori del citato concorso per 436 Vice Commissari del Ruolo Direttivo ad esaurimento che hanno rinunciato a frequentare il corso di formazione?
2)   In luogo dei Sostituti Commissari di cui al punto 1, si è proceduto ad uno scorrimento della graduatoria o in quale altra maniera?
3)   Quali sono, in dettaglio, le motivazioni che hanno portato l’Amministrazione ad avviare al corso di formazione taluni Sostituti Commissari che inizialmente, nel menzionato decreto del 31.10.2019, non risultavano tra i vincitori del concorso?
4)   Quanti sono i Sostituti Commissari che hanno chiesto un riesame della valutazione dei titoli posseduti rispetto a quella fatta dalla Commissione Esaminatrice del concorso?
5)   I Sostituti Commissari di cui al precedente punto 4) hanno visto tutti quanti soddisfatta la propria istanza di riesame?
6)   Quanti sono i Sostituti Commissari che hanno ricorso alla Giustizia Amministrativa?
7)   Quanti sono i Sostituti Commissari di cui al precedente punto 6) che ad oggi hanno ottenuto un giudizio da parte del Giudice Amministrativo?
8)   Nei casi di risoluzione favorevole ai colleghi che hanno fatto istanza di riesame dei titoli posseduti o di quelli che hanno ricorso al G.A., quale determinazione ha assunto l’Amministrazione? Li ha avviati al corso di formazione in aggiunta ai 436 già dichiarati vincitori con il decreto del 31.10.2019?
9)   Le istanze di accesso a documenti amministrativi pertinenti alle procedure concorsuali in argomento e avanzate dai Sostituti Commissari “non vincitori”, sono state tutte quante assolte, anche consentendo,  se richiesto, l’accesso alla valutazione di tutti i partecipanti al concorso?

Non è superfluo puntualizzare che l’assenza di una celere risposta, non farà altro che incidere negativamente nella considerazione di efficienza e corretta azione amministrativa della nostra Amministrazione da parte di tanti colleghi che ritengono di essere stati sottoposti ad una “valutazione” errata del loro impegno lavorativo esperito in diversi decenni al servizio della nostra Istituzione e ad oggi non hanno ricevuto, dopo mesi
di attesa, neanche una risposta alle loro istanze di riesame.

Vi è invero necessità di convincere il personale che la procedura concorsuale in argomento è stata esperita nella massima correttezza ed ha garantito parità di trattamento per tutti i partecipanti.

Resta ferma comunque la forte richiesta di questa O.S. di individuare una soluzione che possa consentire di ricomprendere nel Ruolo Direttivo ad esaurimento tutti i partecipanti del concorso in argomento, non certo per il fatto che gran parte di essi entro breve termine raggiungeranno l’età prevista per il pensionamento, ma perché la loro vita lavorativa dovrebbe obbligare l’Amministrazione alla massima attenzione nei loro riguardi e perché vi è anche necessità di una presenza di personale nel ruolo in questione ai fini di una maggiore efficienza ed efficacia della nostra Polizia di Stato.

In attesa di cortese urgente riscontro, l’occasione è gradita per inviare i più Cordiali Saluti.

Il Segretario Generale del COISP
Domenico Pianese

SCARICA QUESTA NOTA IN FORMATO PDF