COISP LA SPEZIA e le realtà distorte del SAP, devono raccontare la verità ai colleghi!!

259

Prot.01/SP/13

La Spezia, li 06 Gennaio 2013

REALTA' DISTORTE DEL SAP

MA QUANDO VI DECIDETE A RACCONTARE LA VERITA' AI COLLEGHI???

Abbiamo letto in questi giorni il brillante e puntuale comunicato a firma del Segretario Provinciale del “COSA”, pardon del SAP, di cui ovviamente per correttezza esplicativa si allega copia alla presente, con il quale senza che nessuno abbia obbiettato niente (infatti ad oggi in merito non ci risultano dei comunicati sull’argomento di qualsivoglia Segreteria Provinciale), il citato rappresentante giustificava una loro presa di posizione in merito all’aggiornamento professionale nel corso di un recente incontro con l’Amministrazione. Fin qui nulla da replicare…., ma se tra le varie farneticazioni, si attaccano gratuitamente le altre OO.SS. , unicamente perché vogliono far rispettare un sacrosanto diritto dei colleghi, peraltro sancito da un documento firmato anche dal Segretario Generale dello stesso SAP ossia l’A.N.Q., questo non lo possiamo e dobbiamo assolutamente accettare .

Ora se il “COSA” ritiene che l’aggiornamento professionale sia un argomento da ritenersi facoltativo cosicché, se si riesce a rispettare quanto dettato dal vigente ANQ va bene, altrimenti chi se ne frega….. “tanto lo standard qualitativo è alto”!!! NOI QUESTO NON LO ACCETTIAMO PROPRIO !!!!!!! I diritti dei colleghi sono sanciti e vanno assolutamente fatti rispettare, senza tanti giri di parole ne tantomeno libere interpretazioni a titolo discrezionale, come appunto parallelamente…”bisogna riconoscere che l’Amministrazione sarà ancora senz’altro in difetto ma che lo standard qualitativo e quantitativo è sensibilmente migliorato nel tempo ed è senz’altro tutto sommato migliore di tante altre realtà”….

Certo, caro Sap è come ammettere che c’è stata una violazione ma…….. però va bene così!! Inoltre ci fa sbellicare dalle risate il passaggio nel quale si evidenziano le battaglie fatte dal Sap nel corso di tutto l’anno per la tutela dei diritti dei colleghi, come ad esempio quella sostenuta per mantenere l’indennità di OP, cosa molto più importante che l’aver perso due o tre giornate di aggiornamento professionale…..non è vero?

Ma glielo avete raccontato ai colleghi che avete anche firmato un’ulteriore deroga all’Amministrazione per far svolgere un aggiuntivo turno serale…. e gli avete spiegato che ciò significa aver dunque contribuito ad un maggior disagio per gli stessi operatori di polizia, senza che peraltro questi percepiscano la loro spettante indennità di Ordine Pubblico.

Quest’ultima appare però purtroppo una decisione inappellabile perché ormai firmata dalla maggioranza delle OO.SS (50%+1) …..tra cui voi stessi, MA NON DAL COISP che ne ha fatto una propria battaglia in favore dei veri diritti dei colleghi e non delle solite favole ???????

Cari amici, potremmo ancora dilungarci in fiumi di discorsi, tuttavia inequivocabili poiché supportati da verbali di riunioni tenutesi con l’Amministrazione, ma crediamo che quello sopra esposto sia già abbastanza esaustivo per fare capire che differenza passi tra Autonomo ed Indipendente , noi del Coisp come al solito “duri ma corretti”…SEMPRE!!

Segreteria Provinciale COISP La Spezia

Via N. Sauro, n.1 – 19123 La Spezia

Tel/fax 0187/749296

laspezia@coisp.it

www.coisplevante.it

www.coisp.it

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here