Centro per il Rimpatrio di Milo Trapani. È necessario garantire la sicurezza dei Poliziotti con un impiego adeguato di uomini

414

Roma, 17 giugno 2019

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO PER LE RELAZIONI SINDACALI

OGGETTO: Centro per il Rimpatrio di Milo Trapani – È necessario garantire la sicurezza dei
Poliziotti con un impiego adeguato di uomini.

Condividendone appieno i contenuti, che questa Segreteria Nazionale fa propri, si trasmette
l’unita missiva della nostra Segreteria Regionale per la Sicilia con la quale, a fronte di ripetuti tentativi di rivolta posti in essere dai cittadini extracomunitari presenti presso il Centro per il Rimpatrio di Milo e contestuali gravi aggressioni nei confronti dei Poliziotti, viene giustamente stigmatizzato l’irrisorio numero di personale comandato ad effettuare i servizi di vigilanza in detto Centro.
In particolare, è segnalato che la notte dello scorso 10 giugno i venti Poliziotti dell’XI Reparto Mobile di Palermo e di altri Uffici e Reparti della Polizia di Stato, comandati di servizio presso il Centro, hanno dovuto sedare un tentativo di rivolta utilizzando, loro malgrado, i lacrimogeni per far desistere i facinorosi e salvaguardare la propria incolumità personale.
Tale accadimento ha visto i citati 20 Poliziotti in estrema difficoltà operativa ma incredibilmente non ha portato il Dipartimento della P.S. a riflettere sull’irrisoria aliquota di personale che viene destinata a tale servizio e che per alcuni turni è addirittura di sole dieci unità.
Ciò premesso, codesto Ufficio è pregato di intervenire con cortese sollecitudine presso
i competenti settori del Dipartimento affinché si prenda coscienza della situazione critica in atto presso il menzionato Centro per il Rimpatrio di Milo (gli accadimenti sopra evidenziati si sono ripetuti anche il pomeriggio precedente e sono una costanza soprattutto nei turni notturni) e venga valutato l’impiego presso lo stesso di un adeguato numero di Poliziotti per ogni turno di servizio.
Prevedere la presenza di venti Poliziotti per turno può risultare appena sufficiente per gestire tali situazioni ma disporre l’impiego di soli dieci uomini, come avviene in alcuni turni, è incomprensibile ed inaccettabile in quanto espone il personale a rischi concreti e gravi.

In attesa di cortese urgente riscontro, l’occasione è gradita per inviare i più Cordiali Saluti.

La Segreteria Nazionale del COISP

LEGGI LA NOTA IN FORMATO PDF