Caso Uva: assoluzione agenti non passi in sordina – Il COISP sulle agenzie e sul quotidiano Libero

245

“Ci aspettiamo che lo stesso clamore che hanno suscitato le accuse nei confronti dei nostri colleghi per la morte di Giuseppe Uva possa esserci anche oggi per chiedere loro scusa”. Così in una nota Domenico Pianese, Segretario Generale del Sindacato di Polizia Coisp. “La Cassazione ha dichiarato innocenti oltre ogni ragionevole dubbio gli agenti di Polizia che per undici anni sono stati sottoposti, insieme alle loro famiglie, a un drammatico e ingiusto calvario. La loro assoluzione adesso non può e non deve passare in sordina: chi in questi anni ha alimentato sentimenti di odio e di ostilità nei confronti delle Forze di Polizia, nonostante il processo non fosse ancora terminato, ora  viene smentito da una decisione inequivocabile. Questa è una vittoria per tutti quanti: per le Forze dell’Ordine, per lo Stato Italiano e per tutti i cittadini” conclude.

LE AGENZIE

ADN1139 7 CRO 0 ADN CRO NAZ CASO UVA: COISP, ASSOLUZIONE AGENTI NON PASSI IN SORDINA = Roma, 9 lug. (AdnKronos) – “Ci aspettiamo che lo stesso clamore che hanno suscitato le accuse nei confronti dei nostri colleghi per la morte di Giuseppe Uva possa esserci anche oggi per chiedere loro scusa”. Così in una nota Domenico Pianese, Segretario Generale del Sindacato di Polizia COISP. “La Cassazione ha dichiarato innocenti oltre ogni ragionevole dubbio gli agenti di Polizia che per undici anni sono stati sottoposti, insieme alle loro famiglie, a un drammatico e ingiusto calvario”. “La loro assoluzione – sottolinea – adesso non può e non deve passare in sordina: chi in questi anni ha alimentato sentimenti di odio e di ostilità nei confronti delle Forze di Polizia, nonostante il processo non fosse ancora terminato, ora viene smentito da una decisione inequivocabile. Questa – conclude – è una vittoria per tutti quanti: per le Forze dell’Ordine, per lo Stato Italiano e per tutti i cittadini” . (Cro/AdnKronos) ISSN 2465 – 1222 09-LUG-19 17:53 NNNN

Caso Uva, Coisp: Assoluzione agenti non passi in sordina
Caso Uva, Coisp: Assoluzione agenti non passi in sordina Milano, 9 lug. (LaPresse) – “Ci aspettiamo che lo stesso clamore che hanno suscitato le accuse nei confronti dei nostri colleghi per la morte di Giuseppe Uva possa esserci anche oggi per chiedere loro scusa”. Così in una nota Domenico Pianese, Segretario Generale del Sindacato di Polizia Coisp. “La Cassazione ha dichiarato innocenti oltre ogni ragionevole dubbio gli agenti di Polizia che per undici anni sono stati sottoposti, insieme alle loro famiglie, a un drammatico e ingiusto calvario. La loro assoluzione adesso non può e non deve passare in sordina: chi in questi anni ha alimentato sentimenti di odio e di ostilità nei confronti delle Forze di Polizia, nonostante il processo non fosse ancora terminato, ora viene smentito da una decisione inequivocabile. Questa è una vittoria per tutti quanti: per le Forze dell’Ordine, per lo Stato Italiano e per tutti i cittadini”, conclude. CRO NG01 lcr 091727 LUG 19

SCARICA IN FORMATO PDF

 

L’articolo del quotidiano Libero

SCARICA L’ARTICOLO IN PDF